«Lasciatemi andare, uccidetemi». ​Aggredisce autista Actv e agenti

Mercoledì 19 Giugno 2019
26

MESTRE - Un tunisino ha aggredito, a Mestre, prima l'autista del trasporto pubblico (Actv), che ha tentato anche di rapinare, e poi gli agenti delle Volanti che lo hanno alla fine arrestato. Gli agenti intervenuti prontamente sul posto, su segnalazione dell'autista, hanno rintracciato e fermavano l'aggressore che risultava essere un 35enne che, all'atto del controllo, ha aggredito verbalmente e fisicamente i poliziotti.

L'uomo si è tolto la maglietta con fare provocatorio dicendo: «Lasciatemi andare via, uccidetemi», per poi scagliarsi violentemente contro un agente colpendolo al viso. Nella circostanza, al fine di preservare la sua ed altrui incolumità, i poliziotti hanno ammanettato il tunisino e lo hanno arrestato in flagranza di reato.

L'uomo anche nell'auto di servizio ha dato in escandescenza e una volta giunto in Questura ha continuato ad inveire contro gli agenti sputando loro contro. L'uomo, essendosi ferito, è stato portato per le medicazioni in ospedale e sia nel viaggio che nel nosocomio ha continuato nel suo comportamento aggressivo. Secondo gli esami clinici è risultato positivo all'uso di stupefacenti (cocaina) e con un alto tasso alcolemico. Lo straniero è risultato anche inadempiente all'ordine del Questore di Venezia di lasciare il territorio dello Stato italiano. L'uomo, poi processato, ha visto il giudice convalidare l'arresto condannandolo alla pena di due anni e due mesi di reclusione e 440 euro di multa, pena sospesa con conseguente immediata scarcerazione, e ha emesso il divieto di dimora nella regione Veneto.

Ultimo aggiornamento: 19:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA