Domenica 20 Ottobre 2019, 22:30

Duemila posti in più in due anni: il lavoro ritorna a Porto Marghera

PER APPROFONDIRE: lavoro, porto marghera, zes
I depositi di container e le gru dello stabilimento della Fincantieri a Porto Marghera

di Elisio Trevisan

MARGHERA - Duemila posti di lavoro in più dal 2016 all’anno scorso, un miliardo di investimenti in ballo da qui ai prossimi anni. È il ritratto in estrema sintesi di Porto Marghera, anzi della nuova Porto Marghera. Dopo alcuni decenni caratterizzati da chiusure di fabbriche e dai licenziamenti di oltre 30mila operai, i duemila ettari di quella che è stata una delle zone industriali più importanti d’Europa cominciano a produrre nuovamente frutti per l’economia di Venezia e dell’intera Area metropolitana. La crescita, in realtà, è in corso già dal 2014: da allora sono 5.100 i nuovi posti di lavoro ma è negli ultimi due anni che il processo ha intrapreso una svolta decisiva esaurendo le fuoriuscite, per vari fattori esterni e interni, e tra questi ultimi c’è «l’azione dell’Amministrazione veneziana che, in
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Duemila posti in più in due anni: il lavoro ritorna a Porto Marghera
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-10-22 15:05:00
Mai contenti, mai.
2019-10-21 08:58:34
tutti bengalesi ... se fincantieri si fosse spostata in bangladesh sarebbe stato meglio ... lavori che non servono in Italia ...
2019-10-21 11:08:58
Parole sante. E non son assunti: tutti questi sono sfruttati dal caporale Gigi. Lavoro interinale... schifo.
2019-10-21 13:26:10
lei, invece, che lavori proporrebbe?
2019-10-22 09:29:50
Ai Bangladesh? Nessuno signore, nessuno.