Mercoledì 31 Ottobre 2018, 21:11

Dubbi sul tentato suicidio della poliziotta, il giudice riapre il caso

PER APPROFONDIRE: ospedale, poliziotta, suicidio, venezia
Dubbi sul tentato suicidio della poliziotta, il giudice riapre il caso

di Gianpaolo Bonzio

VENEZIA - Nuove indagini sul caso di Maria Teresa Trovato Mazza, conosciuta come Sissy. Lo ha stabilito il gip Barbara Lancieri a due anni esatti dall’episodio nel quale l’agente di polizia penitenziaria, in servizio al carcere femminile della Giudecca, fu ritrovata gravemente ferita alla testa da un colpo di pistola, all’interno dell’ascensore del reparto di pediatria del Padiglione Jona dell’ospedale Civile. A chiedere con insistenza al Tribunale che la vicenda non venisse archiviata è stato l’avvocato Fabio Anselmo, il legale ferrarese (che in passato ha seguito il caso Aldovrandi), che sta assistendo la famiglia della donna che ora, pur in gravi condizioni di salute, è tornata a vivere in Calabria.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dubbi sul tentato suicidio della poliziotta, il giudice riapre il caso
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-11-01 13:50:46
Come sempre succede, in Italia i processi durano secoli.
2018-11-01 06:50:02
Bene, si indaghi, per la verità.