Nessuno per correggere i compiti del concorso: 600 maestri nel limbo

Sabato 19 Agosto 2017 di Camilla De Mori
12
In Friuli Venezia Giulia oltre seicento insegnanti aspettano da maggio 2016 di sapere se hanno passato gli scritti e potranno quindi accedere agli orali del concorsone per un posto fisso nelle materne della regione. E i candidati che avevano fatto domanda, erano anche di più, «oltre novecento per circa 180 posti», come ricorda Mauro Grisi dello Snals, che, assieme a Fernando Bassi della Cisl scuola di Udine, lancia l'allarme. Se le loro prove sono rimaste sinora intonse è perché trovare i commissari che le correggano, sobbarcandosi questa responsabilità per un compenso che, fatti due conti, secondo Grisi si aggira su «un euro all'ora», si è rivelata quasi una mission impossible.

Dopo un iter accidentato, il presidente ora c'è, ma ancora manca quasi un terzo degli esaminatori. «Purtroppo la commissione, che sarà suddivisa in due sottocommissioni, ancora non è formata - spiega infatti il presidente Paolo De Nardo -. Mancano 6 commissari su 16. Spero di riuscire a trovarli in modo da iniziare i lavori a settembre per la correzione dei circa 600 compiti. Cercherò di convincere le persone: al di là del compenso, ci sono docenti disponibili a fare questo lavoro anche per senso di responsabilità nei confronti dei colleghi»...

 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci