Ambiente, la macchina mangia-plastica made in Friuli ora conquista la Cina

Sabato 8 Febbraio 2020

CAMPOFORMIDO - L’innovativo progetto di Roteax-Go, pensato per creare prodotti ecosostenibili attraverso lo stampaggio di plastica e materiale da riciclo, ha trovato comunque un grandissimo interesse nel panorama economico nazionale ed internazionale. Nello stabilimento di Basaldella di Campoformido della Plaxtech della famiglia Strizzolo, sono arrivati i manager della Jiana, l’azienda cinese partner di Roteax-go, i quali attraverso Liu Songkui hanno espresso la loro gratitudine per la tecnologia messa a punto dal gruppo friulano, che ci lavora da vent'anni.
 

E da parte del professore di ingegneria plastica all’università di Pechino di Tecnologia Chimica, Deng Daiwei, si è posto l’accento sull’aspetto ambientalista ed economico che Roteax go rappresenta, definendo l’operazione Italia-Cina “Win to Win”. Il sistema infatti consente di utilizzare materie plastiche poliolefiniche eterogenee come materia prima per un rivoluzionario processo di stampaggio e, in Cina, è partita, con la firma dell’accordo nel luglio scorso la prima joint venture tra Roteax-go e l’azienda di cinese di Dezhou, che sta investendo nel processo produttivo oltre 80 milioni di euro per mettere in opera la tecnologia messa a punto da Plaxtech. 

Ultimo aggiornamento: 18:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci