Il tema a scuola di Francesca: «Il lockdown ci ha rubato i nostri 15 anni»

Lunedì 5 Aprile 2021 di Pio Dal Cin
Il tema a scuola di Francesca: «Il lockdown ci ha rubato i nostri 15 anni»
3

MOGLIANO - Il tema scritto da Francesca, sedici anni, sulla condizione degli adolescenti e delle loro paure, aspettative, sogni, ha commosso i nonni, Vincenzo e Carla, rispettivamente 83 e 80 anni. Il racconto della studentessa è un'analisi della condizione di disagio che i giovani si sono trovati ad affrontare in quest'ultimo anno di chiusure dovuto alla pandemia. «Il racconto di Francesca ci ha commossi - racconta la nonna Carla- Ho visto mio marito piangere raramente ma mentre Francesca leggeva il tema, aveva le lacrime agli occhi». Anche la mamma Lilli era commossa. Francesca, che frequenta l'Istituto tecnico per il turismo Algarotti di Venezia, ma vive a Mogliano, racconta quello che ha provato nel vedersi privata di quelle libertà fondamentali di cui lei e i suoi coetanei avrebbero estremo bisogno, come viaggiare, interagire a scuola e a casa tra di loro.

LO SFOGO «Veniamo spesso e volentieri presi di mira, considerati irrispettosi: ma qualcuno ha mai provato almeno una volta a mettersi nei nostri panni? - si sfoga Francesca - La verità è che dentro molti di noi c'è un profondo sentimento di rabbia nei confronti di chi ci vieta di provare, di assaggiare il sapore della giovinezza, il profumo della libertà. Io voglio rischiare, uscire di casa e sentire la brezza calda primaverile che mi accarezza il viso, urlare al mondo che sono immortale, perché io sono la primavera della vita!».

SPERANZE NEGATE E poi scrive: «Da piccola immaginavo come sarebbero stati i miei sedici anni. Pensavo che avrei viaggiato in giro per il mondo, che sarei andata ad esplorare luoghi sconosciuti e avrei conosciuto gli amici con i quali anni dopo avrei riso ripensando a tutte le nostre avventure. Invece sono qua. Tra meno di tre mesi avrò sedici anni e l'ultimo anno e mezzo l'ho passato chiusa in casa a preparare torte. Non ho fatto nuove conoscenze, ho perso i rapporti con molti amici che avevo, perché si sa, dopo un po' che non ci si vede e ci si può scrivere solamente attraverso uno schermo, è difficile rimanere in contatto. Non ho viaggiato, non ho festeggiato il mio quindicesimo compleanno». Uno sfogo genuino e sincero che mette in risalto la voglia di poter tornare presto alla normalità. 

Ultimo aggiornamento: 6 Aprile, 08:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA