Colpito da infarto in banca: 42enne si accascia a terra all'improvviso

Mercoledì 3 Novembre 2021
Colpito da infarto in banca: 42enne si accascia a terra all'improvviso
1

TARZO - Bancario di 42 anni colto da infarto mentre è al lavoro: elitrasportato al Ca' Foncello di Treviso, ora è in gravi condizioni. L'episodio è avvenuto ieri mattina alle 11.30 a Tarzo in via La Corona, nella sede centrale della Banca Prealpi San Biagio. Il dipendente, A. C., 42 anni, si è accasciato all'improvviso, senza più dare segni di vita. A quell'ora la banca era in piena attività. I colleghi hanno capito subito la gravità della situazione: non c'era tempo da perdere. Sembrava che il pericolo fosse scampato ma purtroppo l'uomo,  Andrea Cursio, è spirato in ospedale a Treviso.

 
LE MANOVRE SALVAVITA

Chi tra i presenti era capace di praticare il massaggio cardiaco, si è prodigato subito, in attesa dell'arrivo dei soccorsi. La chiamata al 118 è stata immediata e i soccorsi sono arrivati in forze in una manciata di minuti: ambulanza, automedica ed elicottero di Treviso Emergenza, viste le condizioni critiche in cui versava l'infartuato. Il velivolo è atterrato poco distante mentre i medici si sono precipitati all'interno della banca per rianimare il 42enne. Le manovre salvavita sono durate più di un'ora. L'uomo non aveva più battito: i sanitari hanno dato il cambio ai primi soccorritori nel tentativo di rimettere in moto il muscolo cardiaco. 


SALVATO PER UN SOFFIO

E alla fine ce l'hanno fatta. Sul posto è accorsa anche la moglie del malcapitato. La donna pare abbia avuto un mancamento quando si è resa conto che il marito lottava tra la vita e la morte. Per poterlo caricare a bordo dell'eliambulanza, i sanitari hanno dovuto stabilizzarne i parametri. Operazione che si è rivelata tutt'altro che semplice. Tanto che il velivolo ha ripreso quota dopo oltre un'ora dal suo arrivo. L'elicottero ha puntato dritto verso il pronto soccorso del Ca' Foncello, purtroppo non ce l'ha fatta.

 

Ultimo aggiornamento: 12:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA