Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Stroncato da un infarto al bar mentre beve il caffè: addio a Mauro Rossi, leggenda delle due ruote polesane

Mercoledì 3 Agosto 2022 di Guido Fraccon
Mauro Rossi

ADRIA - Il mondo della mountain bike e delle due ruote polesane piange la scomparsa all'età di 58 anni di Mauro Rossi. Odontotecnico, Rossi ha rappresentato una pietra miliare per il movimento ciclistico, collaborando prima per la crescita di Mtb Tuttinbici e poi fondando Adria Bike.
Dal sellino non era mai sceso, si cimentava ancora nella categoria Master 6. Una passione per le due ruote grasse che aveva trasmesso al figlio Mattia, ex professionista. Padre e figlio hanno fondato il negozio Redbike di Adria trasformando una passione in lavoro, univano l'attenzione al dettaglio con l'esperienza sul campo di gara.
Rossi, lunedì 1 agosto, alle ore 17, aveva staccato dal lavoro per recarsi nel bar del quartiere a prendere un caffè. Al momento di sollevare la tazzina si è accasciato colpito da un infarto fulminante. Nulla ha potuto l'intervento del 118 accorso prontamente. Sul posto anche i carabinieri. Stessa sorte era occorsa anche al padre di Rossi.
Il 58enne, secondo le testimonianze di alcuni amici, da circa una settimana, lamentava un intorpidimento agli arti superiori al quale però non aveva dato più di tanto peso. Lascia oltre a Mattia, la moglie Cinzia, ricoverata a Padova per un intervento al ginocchio. Non è ancora stata fissata la data dei funerali.

 

Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 08:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci