Italia-Austria, Kurz a Palazzo Chigi: «Italia non ha motivo di agitarsi su doppio passaporto per i sudtirolesi»

PER APPROFONDIRE: austria, italia, passaporti, sebastian kurz
Kurz a Palazzo Chigi: «Italia non ha motivo di agitarsi su doppio passaporto per i sudtirolesi»
Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz è appena arrivato a Palazzo Chigi dove sta avendo ora un faccia a faccia con il premier Giuseppe Conte, in vista del prossimo Consiglio europeo informale di giovedì a Salisburgo.

«L'Italia non ha motivo di agitarsi», aveva anticipato il cancelliere austriaco ai giornalisti mentre era in viaggio verso Roma. «Molti sudtirolesi desiderano il doppio passaporto che è anche previsto dal programma di governo. Abbiamo sempre messo in chiaro che agiremo d'intesa con Roma», ha aggiunto Kurz. Il leader dei Popolari austriaci ha sottolineato, riferisce l'Apa, che per il momento non esiste nessun disegno di legge. «Appena sarà disponibile inizieremo il processo di confronto con Roma, ma non è ancora il momento», ha concluso Kurz.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 18 Settembre 2018, 11:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Italia-Austria, Kurz a Palazzo Chigi: «Italia non ha motivo di agitarsi su doppio passaporto per i sudtirolesi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-09-22 15:18:06
I sudtirolesi non sono Italiani, se li tenga pure stretti.......
2018-09-21 15:04:54
pero' questo e' alquanto discriminatorio almeno nei confronti degli altri "territori occupati" nel 1918. Trieste Gorizia perfino Giassico [a me poi non serve ne' interessa il passaporto ma .. per principio! ;-) [della prima guerra per liberare Trento e Triest.e]
2018-09-19 23:41:39
Purtroppo mi sembra di constatare che le azioni del vicino non manifestino intenzioni amichevoli nonostante se ne dica. Quello che ho visto è che hanno imbrogliato il vicino tedesco 3 anni orsono. Alcuni dicono che abbiano un complesso di inferiorità e che questo sia perchè hanno perso un´ impero e non vogliono concedere che ad altri vada meglio di loro. Così lusingano: ad alcuni dicendo che parlano la stessa lingua, ad altri che parlano lo stesso dialetto e ad altri ancora che condividono le stesse vedute politiche. La caratteristica comune di queste azioni è sempre la stessa: creare divisioni. C´è da chiedersi, con che cosa sono rimasti in mano quelli che sono stati illusi? Spero per quelle povere pecorelle che possano almeno riconoscere e seguire la voce del proprio pastore.
2018-09-18 17:40:13
….BURGENLAND … domandare a Kurz se non gli dice niente … e gia' che ci siamo qualcuno potrebbe ricordare a Orban che 100 anni fa era Regno d'Ungheria e che oggigiorno c'e' una fortissima minoranza magiara. Se poi Kurz vuole impelagarsi anche con i "suoi" Sloveni e Croati carinziani … s'accomodi… ma occhio all' effetto " Domino " ! Oggi in Europa NON c'e' un confine "nazionale" che rispetti i Popoli, per un futuro di pace e' meglio eliminarli !!!
2018-09-18 16:47:24
In Sudtirolo le cose funzionano bene, contrariamente al resto dell' Italia, peccato che l' hanno chiamata Trentino-Alto Adige.