Giovedì 14 Febbraio 2019, 10:01

L'imprenditore mestrino si era rivolto a un killer per liberarsi dell'albanese traditore

PER APPROFONDIRE: 'ndrangheta, francesco crosera, veneto
L'imprenditore mestrino si era rivolto a un killer per liberarsi dell'albanese traditore

di Davide Tamiello

MESTRE - Francesco Crosera, l'imprenditore nautico arrestato per i presunti rapporti con il boss ndranghetino Domenico Multari, affidava spesso dei lavoretti poco puliti a qualche malavitoso per risolvere le sue questioni personali. È quanto emerge dall'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Barbara Lancieri: stando alle indagini del Ros, infatti, il 53enne di Meolo sarebbe arrivato persino ad assoldare un killer per uccidere uno dei due albanesi che l'aveva tradito

LEGGI ANCHE La ricchezza del Veneto fa gola ai mafiosi: ecco come "investono" a Nordest

Ma procediamo con ordine: Crosera, titolare di un cantiere nautico a Portegrandi, vende uno yacht (Terry) a un imprenditore friulano per due milioni di euro. L'acquirente però non è per nulla soddisfatto: appena varata, la poppa della barca si allaga completamente. Così, l'uomo fa causa a Crosera per 300mila euro. Mentre si trova ad Alghero, nel 2015, il tribunale di Sassari dispone una doppia perizia per il 13 e 14 aprile ed è qui che Crosera chiede a Multari di mandare due emissari per incendiarla. Dalla Calabria, così, partono Mario Falbo e Dante Attilio Mancuso. L'incendio, però, fallisce: i due provocano danni per 60 mila euro alla barca, ma non riescono a distruggerla. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'imprenditore mestrino si era rivolto a un killer per liberarsi dell'albanese traditore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2019-02-14 18:00:11
anche felice maniero con la sua tanto menzionata mafia della riviera era in veneto, peccato che è un siciliano trapiantato anche lui, questi di veneto nel sangue non hanno nulla se non l'aria che respirano. questo crosera è uguale, finitela con dire questo è veneto solo perché ha aperto una attività qui, IO SONO VENETO DOC IGP, da altre 300 anni che i miei avi sono di qua, poi non si trova più nulla nemmeno in chiesa, un "peccato" mortale.
2019-02-14 18:35:23
Solo da 300 anni? Praticamente un foresto! Io discendo dai barbari Cimbri, pensa un po'....e questa nobile discendenza mi rende la vita quotidiana più semplice. Come a te i tuoi 300 anni...Certo che a ragionare così non hanno poi torto quelli che ci prendono per il...fondo
2019-02-15 07:03:13
se prendono per i fondi te, si, d'accordo, non hanno torno, perché spari a caso, tutti discendiamo da adamo ed eva volevi dire? fai il tuo albero a ritroso, e vedi di quanto puoi tornare indietro, è una bella esperienza dove non ci sin inventa nulla, i parenti tuoi se vuoi li conosci, mettiti d'accodo con qualche prete che ha accesso ai libri delle chiese e forse anche tu come me, torni indietro nel tempo. ma non ai fino ai cimbri dimenticatelo, o ai barbari, ti fermi prima, tanto prima, perché di scritto nelle chiese dopo alcuni secoli non si trova più niente. 2-300 anni è già tanto. comunque non ti rende la vita più semplice, magari la vedi forse diversa, forse in famiglia avevi dei parenti "dinosauri" che nemmeno lo sapevi.
2019-02-15 16:49:59
Chi erano i miei antenati non me ne frega nulla. Potrei pure discendere da qualche "secondo" tedesco in ritirata. Non sono certo uno di quegli sciocchi che ragliano "stare in Veneto non vuol dire essere Veneto". Sono orgogliosamente italiano e tanto mi basta e mi avanza
2019-02-14 13:26:44
Meraviglie imprenditoriali venete!