Bonnie, scappata per i botti di Capodanno rientra a casa due mesi e mezzo dopo

PER APPROFONDIRE: bonnie, botti, brescia, cane, capodanno, casa, lav, tornata
Bonnie, scappata per i botti di Capodanno, rientra a casa due mesi e mezzo dopo
TRENTO - Bonnie, la cagnolina smarritasi il primo gennaio per colpa dei botti di Capodanno, è tornata a casa. È stata trovata da alcuni escursionisti stremata e dimagrita ma si è riunita alla sua famiglia dopo quasi due mesi e mezzo di lontananza. Bonnie si era smarrita il primo gennaio dopo lo scoppio di alcuni petardi sul monte Comer, nella zona di Gargnano, comune della provincia di Brescia. Subito era stato lanciato l'annuncio di smarrimento, ripreso dalla Lav Trentino attraverso i suoi canali social. Sono state organizzate anche delle ricerche, sia da parte della sua famiglia che da persone preoccupate per le sorti della cagnolina.

La Lav l'aveva cercata a più riprese, concentrandosi nella zona di Ledro, a nord rispetto al punto di smarrimento, immaginando che Bonnie potesse cercare di trovare la via di casa verso Riva del Garda. Di tempo però ne è passato tanto da far affievolire le speranze di trovarla. Ma ecco che domenica scorsa Bonnie è stata ritrovata da alcuni escursionisti sulle pendici del monte Stino, in valle Vestino, in effetti a nord ovest dal punto di smarrimento, quasi a dimostrazione che Bonnie cercava disperatamente di tornare a casa. Aveva ancora la sua medaglietta così che i 4  escursionisti hanno potuto portarla a valle e avvisare al telefono i proprietari. Ora Bonnie, molto magra e provata, si gode il calore della sua casa.

Secondo il suo veterinario, non sarebbe potuta sopravvivere in quelle condizioni ancora per molto, al massimo un paio di settimane. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 13 Marzo 2019, 17:12






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bonnie, scappata per i botti di Capodanno rientra a casa due mesi e mezzo dopo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-03-15 23:13:10
Concordo con te Pasquale...tanta, troppa...quindi sarebbe meglio non scrivere nulla...
2019-03-14 19:56:38
Che commenti inutili leggo! Evidentemente non possedete un cane, e non ci vivete insieme...perché la paura X i botti (nella maggior parte dei cani) crea 1 disagio ed 1 ansia talmente grande da indurli a scappare il più lontano possibile!!! I miei cani quando li sentono si rifugiano in qualsiasi posto sentano luogo sicuro come tavoli o stanze (anche se durante i botti lì teniamo in casa e non in giardino)!!Dentro o fuori casa, è 1 istinto talmente forte che non riescono a controllare! Non è che tenerli legati (come qualcuno qui ha scritto del guinzaglio) H24 risolvi il problema...innanzitutto il cane deve vivere libero e non legato o in 1 microbox...bisogna fare delle recinzioni perfette in modo da tutelare anche loro, che siano sempre in ambiente sicuro! La poverina forse dalla paura ha trovato l’unico buco per scappare da quel rumore assordante, ed è scappata a zampe levate!! Povera bestiola, sono contenta sia stata ritrovata!!
2019-03-14 09:05:00
magari si era "spacciata" come "profuga in fuga dalla guerra"? con tutti quei "botti di Capodanno"
2019-03-14 06:36:18
Ma forse altri escursionisti non l'hanno recuperata per non avere grane, tipo accuse di furto di cane.Poi forse l'ambiente domestico, 4 mura e passeggiatina con guinzaglio, shampoo obbligatorio e orecchie bersagliate da discorsi umani leziosi o lacrimevoli in cambio di scatoletta non era alternativa allettante per il cane...meglio una vita selvaggia purche' ci fossero state prede succulente nei boschi.Poi si e' riconsegnata alla vita regolata, piu'che la fame pote' il digiuno.
2019-03-13 23:05:25
Ecco. Imparino e imparate ad usare il guinzaglio, sempre.