«Il leone sventoli nelle prefetture». La legge del Veneto che sfida Roma

PER APPROFONDIRE: bandiera, luca zaia, prefetture, regione, veneto
«Il leone sventoli nelle prefetture»  ​La legge del Veneto che sfida Roma

di Angela Pederiva

Bandiera rossa (con leone marciano) la trionferà. Malgrado le ironie dell'opposizione, e soprattutto il parere negativo dell'ufficio legislativo del consiglio regionale, la maggioranza ha tirato dritto: il vessillo del Veneto dovrà sventolare sul pennone delle sedi non solo degli enti locali, ma anche «della Prefettura e degli uffici periferici delle amministrazioni dello Stato». Lo prevede l'emendamento, voluto dal governatore Luca Zaia, alla nuova legge che disciplina l'uso dei simboli ufficiali della Regione, varata ieri pomeriggio dall'assemblea di Ferro Fini e ora in rampa di lancio per la Corte Costituzionale, dato che con ogni probabilità sarà impugnata dal governo.

A sollevare in aula il dubbio sulla costituzionalità della norma era stato in mattinata Piero Ruzzante (Mdp). La seduta è stata così sospesa per consentire alla commissione Affari Istituzionali di riunirsi con gli esperti giuridici del Palazzo, la cui valutazione è stata netta, per quanto variamente riferita (c'è chi dice che il comma sia stato giudicato «inammissibile» e chi sostiene che sia stato reputato «non accettabile», ma poco cambia, perché dal punto di vista regolamentare si tratta di sinonimi). «Si va ad imporre un obbligo ad un ente che non è direttamente controllato dalla Regione ha spiegato il pur leghista Marino Finozzi per cui a questo punto la palla passa al presidente». E nello schema di gioco studiato durante la pausa pranzo, alla ripresa pomeridiana dei lavori Roberto Ciambetti non si è fatto scappare l'assist del collega: «Ritengo che questo argomento possa essere messo in discussione e votato, anche perché in tantissimi casi gli edifici occupati dalle istituzioni dello Stato sono di proprietà degli enti locali, a cui spesso vengono pagati affitti irrisori, sempre se vengono pagati»...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 30 Agosto 2017, 15:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Il leone sventoli nelle prefetture». La legge del Veneto che sfida Roma
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 38 commenti presenti
2017-11-15 19:18:04
E pure nelle caserme dei Cc ci deve essere il gonfalone Veneto.
2017-08-31 16:08:45
E ora (rullo di tamburi) una domanda seria: invece di disquisire sterilmente pro e contro sulle richieste di Zaia, c'è qualcuno che sa come funziona, ad esempio, negli Stati Uniti? Che sa, ad esempio, se nei "Federal Buildings" che si trovano a Los Angeles, Honolulu o Miami vengono esposte anche le bandiere degli Stati? Perché, con tutto il rispetto per Zaia, negli USA sono un po' più esperti in tema di federalismo (200 e passa anni, mica due giorni)
2017-09-01 11:52:30
Si. Le bandiere degli Stati Federali sono esposte negli Stati Uniti. Lo sono anche in Sicilia, Sardegna e Trentino Alto Adige -- anche sulle loro scuole (come alla Scuola media Inferiore di Castelrotto, Bolzano) come visto e notato da me, SENZA alcuna bandiera Italiana (forse c'era ma io non l'ho vista). Anche ad Ortisei, dove c'era pure il PdR Mattarella. Io non ho letto che abbia detto nulla in proposito. Sardegna, Sicilia e TAA SI, Veneto NO?
2017-08-31 16:03:51
Nebraska, il problema è che a Roma i bambini corrono veramente a nasconderli, ma non per paura di Zaia, ma delle risorse che si sono messe pure a tirare sassate ai ragazzini che giocano...
2017-08-31 13:16:45
mentre voi disquisite sulle bandiere, gli extra si stanno prendendo il territorio. vi ripeto: smettetela con queste buffonate!! ah enricocometechiami, non sono il fake di nessuno, tantomeno di quella!