Sabato 10 Agosto 2019, 21:29

Giro di vite dell'Atap: sui bus troppi profughi senza biglietto

PER APPROFONDIRE: atap, biglietti, pordenone, profughi
L'atap: troppi profughi senza biglietto sul bus

di Marco Agrusti

PORDENONE -  A volte i richiedenti asilo non pagano non perché vogliano deliberatamente salire a bordo di un autobus contravvenendo alle regole, ma - spiegano direttamente dall’Atap di Pordenone -, perché non conoscono le norme vigenti. Pensano in alcuni casi di avere diritto, in qualità di richiedenti protezione internazionale, di viaggiare gratis sui mezzi pubblici. Altre volte, invece, si mostrano più aggressivi e non accettano la “predica”, ma soprattutto la multa, che arrivano dai controllori intenti a fare il loro lavoro. Ne esce un quadro particolare, che non ha bisogno di essere strumentalizzato, ma che emerge da ciò che filtra dai corridoi e dai sedili degli autobus pordenonesi, soprattutto quelli extraurbani.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Giro di vite dell'Atap: sui bus troppi profughi senza biglietto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2019-08-12 10:23:40
quando hanno scelto il pacchetto vacanza italia era compreso il passaggio gratuito su tutti i mezzi di trasporto, non si possono cambiare le regole a loro disfavore, l'azienda discrimina. Devono pagare quei ricchi beoti degli italiani magari ripristinando l'imu prima casa. Se i profughi non si spostano sui mezzi pubblici come fano ad andare a lavorare per pagarci le noste pensioni? sboldrina pensaci tu!!!
2019-08-12 06:51:58
Società allo sbando e non c'è né destra, né sinistra che lo possa mettere sulla rotta della civiltà. Forse l'Italia è fra le Società-Stato più oramai fuori carreggiata, ma il mondo intero ha una traiettoria poco rassicurante. -Così la penso io-
2019-08-11 19:09:53
Gratis gratis gratis gratis gratis gratis gratis gratis gratis ... e ce diceva Totò...e io pago!
2019-08-11 15:37:55
Pensano in alcuni casi di avere diritto, in qualità di richiedenti protezione internazionale, di viaggiare gratis sui mezzi pubblici. Ma chi ha tirato fuori sta scemenza?
2019-08-11 16:19:29
Almeno all'inizio li "salvano" gratis. Dormono gratis. Mangiano gratis. Li vestono gratis. Gli danno pure il wifi gratis (altrimenti son dolori) e la mancetta per le piccole spese. Poi pretendi che paghino il biglietto di treno o bus ? Tempo fa c'era un tizio che gratis voleva pure prendere l'aereo. Se era per casa sua, magari ...