Tutto sold out per il sabato notte al Royal: cena e discoteca rigorosamente vietate agli under 30

Giovedì 9 Marzo 2023 di Denis De Mauro
Tutto sold out per il sabato notte al Royal: cena e discoteca rigorosamente vietate agli under 30

CORDENONS - Anche nella nightlife pordenonese sta prendendo piede il format "Vietato ai minori di 30 anni". Senza dubbio la formula funziona: si tratta di serate dedicate a chi ha varcato la soglia dei 30. Un successo, come racconta Boris Tosolini, gestore della storica discoteca Royal, quest'anno ripartita alla grande, dopo il Covid e qualche annata "no".

Tra le iniziative del rilancio c'è, appunto, la serata in programma sabato e già sold out nella parte dedicata alla ristorazione. Si tratta, infatti, della collaudata formula cena + ballo, con doverosa scrematura del pubblico più giovane, al quale non è concesso l'ingresso in sala. «La serata è aperta solo agli over 30 e in realtà, come fetta più ampia, mi aspetto un pubblico di 40 - 50enni», che evidentemente hanno ancora parecchia voglia di divertirsi e stare in compagnia, ballando la musica dei loro anni d'oro.

«Grazie al dj e producer Pietro Berti, consolle di provata e pluridecennale esperienza, proporremo i successi delle decadi 70, 80 e 90», riferisce Tosolini, che ha dovuto chiudere con giorni d'anticipo sia la prenotazione per la cena che per i tavoli a disposizione per la parte musicale. «Abbiamo 320 prenotati e, se avessimo avuto mille posti a sedere per mangiare, li avremmo riempiti tutti: abbiamo dovuto dire di no a circa 800 persone», che però non rimarranno fuori. «Dalle 22.30, infatti, apriremo le porte a chi vorrà venire solo per ballare». Prezzi tutt'altro che esosi: 12 euro per le donne, 15 per i maschi. Chi entrerà a quell'ora troverà i 300 già satolli per antipasto, paella di carne e pesce e dolce al cioccolato, che rappresentano il menù della cena. Se la cena predisco è qualcosa che funziona ormai da anni, questo delle serate destinate ad un pubblico maturo è il fenomeno dell'ultimo periodo e si accompagna rigorosamente al divieto d'ingresso per i fuori età. Forse, chi di giorno fa il libero professionista, o il medico, o l'insegnante, se ne stava distante dalle piste da ballo per il timore di essere giudicato dai figli e dai loro amici. Ora può sentirsi libero di divertirsi.
«Proporremo queste serate tre volte nell'arco della stagione, ma data la richiesta, una volta che sarà pronta la seconda sala, contiamo di ospitare lì questo tipo di eventi», anticipa Tosolini, che ha evidentemente compreso che c'è una domanda di divertimento notturno dei 40 - 50enni, anche solo per sentirsi di nuovo ragazzini, sulle note delle canzoni della loro gioventù.

Ultimo aggiornamento: 10 Marzo, 10:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci