Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Addio Lucia, uccisa dal cancro a 62 anni: era la gioielliera creativa di Abano

Venerdì 20 Maggio 2022 di Eugenio Garzotto
Lucia Spinelli aveva 62 anni ed era un'apprezzata gioielliera

ABANO T. - Un grave lutto ha colpito il mondo delle attività commerciali di Abano. Martedì, a soli 62 anni, è morta Lucia Spinelli, titolare assieme ai fratelli Marco e Paolo della gioielleria “Mineralcenter” di via Alessandro Volta. Il cancro contro il quale combatteva alla fine ha avuto la meglio. 


IN PRIMA FILA
Lucia Spinelli, famosa anche per i preziosi che disegnava personalmente, era una delle figure di spicco del Gruppo Alea che riunisce i gioiellieri termali che aderiscono ad Ascom-Confcommercio. 
«Non ce l’ha fatta a sconfiggere quella malattia che l’affliggeva e che sembrava essere riuscita per qualche tempo a far tacere – la ricorda Simone Tasinato, presidente di Alea -. Da anni collaborava con noi, animando con entusiasmo le nostre iniziative, cui infondeva il suo spirito solare e vivace. Aveva creduto profondamente al progetto “Alea-Il Gioiello delle Terme, realizzato con fratelli e i colleghi di Abano». Un’iniziativa che prende il nome da una creazione diventata famosa, un monile a forma di dado che si ispira alla celebre frase di Giulio Cesare “Alea iacta est”, pronunciata prima di varcare il Rubicone. E che venne presentata ufficialmente nel 2018, con un evento organizzato al Parco del Montirone. In quell’occasione nasceva un marchio che vedeva fra i suoi fondatori i titolari di sei gioiellerie aponensi che aderivano a Federpreziosi-Ascom. 


IL CARATTERE
«Ci mancheranno la sua forza e il suo darsi in maniera infaticabile alle iniziative del comparto – continua Tasinato -. La sua energia era contagiosa, incontenibile. Ci lascia un vuoto veramente difficile da accettare». Parole di stima e di rimpianto sono arrivate anche da Claudio Lazzarini, presidente del mandamento Ascom di Abano: «Il destino è stato ingiusto con lei. Per qualche tempo era sembrato che fosse riuscita ad avere la meglio sul male che l’aveva colpita. Tutti noi avevamo sperato per il meglio. Purtroppo, alla fine, non è andata così. La famiglia Spinelli rappresenta un pilastro del commercio della nostra città; tutti noi ci stringiamo a loro per il gran dolore della prematura scomparsa di Lucia». 
La gioielleria è nota anche per la sua attività di certificazione delle pietre preziose. La notizia della scomparsa di Lucia Spinelli si è diffusa rapidamente e molti amici le hanno riservato commosse parole sui social locali. “Voglio ricordarti per quello che sei stata e che anche da lassù continuerai a essere – è il tenore di uno dei messaggi -: gentile, solare, generosa. Quanto ci mancherai, Lucia”. Lucia Spinelli lascia nel dolore il marito Giuseppe Nastrini, medico di base a Montegrotto Terme, il figlio Alessandro, la mamma Angela e il papà Mario. Il funerale oggi alle 15,30, nella chiesa del Sacro Cuore di Abano. 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 11:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci