Odontoiatria in lutto, stroncato a 68 anni il dentista Bruno Noce

Venerdì 20 Maggio 2022 di Francesco Campi
Il dentista Bruno Noce

ROVIGO Non un “semplice dentista”, ma «un solido punto di riferimento per l’Odontoiatria rodigina e veneta». Così l’Andi, Associazione nazionale dei dentisti italiani, ricorda il dottor Bruno Noce, che si è spento ieri a 68 anni. «Bruno era una persona eccezionale», sottolinea il fratello Francesco, presidente dell’Ordine dei medici di Rovigo. «La sua grandezza - aggiunge commosso - si misura anche con le centinaia di testimonianze, messaggi e telefonate di cordoglio che stanno arrivando in queste ore, oltre che dai tanti amici, da tutti i colleghi odontoiatri e medici d’Italia, che lo stimavano e gli hanno voluto bene per il suo grande cuore e simpatia, apprezzandone dedizione, preparazione e competenza. Era una persona veramente eccezionale e quanto ha fatto per l’odontoiatria è importante, anche a livello sociale: è stato promotore delle cure gratuite per gli indigenti, a testimonianza della sua visione delle professione. La sua morte è particolarmente dolorosa per noi fratelli, perché era il più giovane di tutti noi». 
ONDATA DI CORDOGLIO 
Oltre ai tanti fratelli, lascia la moglie Fabiola, i figli Daniele con Misia e la piccola Vittoria, Désirée con Matteo, i cognati, i nipoti e tanti amici. I funerali saranno celebrati domani alle 11 nella chiesa parrocchiale della Commenda. Fra gli innumerevoli messaggi di cordoglio comparsi anche sulla rete, moltissimi sono di esponenti politici di tutti gli schieramenti, fra cui l’ex sindaco socialista Fabio Baratella: «Caro Bruno, carissimo amico, l’unica consolazione è sapere che hai speso bene la tua vita». E se Angelo Rossi ricorda le «partitelle di basket sul campetto del Don Bosco», Pino Tumeo lo celebra come «meraviglioso pallavolista dei nostri tempi migliori» e Renato Borgato lo saluta così: «Brunetto, mio caro grande amico. Preferisco ricordarti così quando riuscivi a prendere palle impossibili a terra in difesa e quando mi chiedevi la semiveloce. Ritrovati lassù con altri della nostra bella storia di pallavolo. Grazie per l’amore e la gioia di vivere che sapevi trasmettere».
L’Andi, in un comunicato, sottolinea come «con la scomparsa di Bruno Noce l’Odontoiatria italiana perde un grande protagonista. All’interno della Sezione provinciale Andi di Rovigo ha svolto molteplici ruoli, dalla presidenza alle diverse segreterie, garantendo ai colleghi la condivisione del suo grande bagaglio esperienziale. Altrettanto impegno ha profuso nella Commissione Albo Odontoiatri, coordinandone l’attività provinciale e regionale. Un lavoro svolto con una carica umana non comune, oltre a una disponibilità costante. Lascia un vuoto incolmabile». 
Raffaele Iandolo, presidente della Commissione Albo Odontoiatri nazionale, rimarca: «Piangiamo un amico e un protagonista assoluto dell’Odontoiatria italiana degli ultimi decenni. Ci mancherà tantissimo il suo impegno appassionato e costruttivo. Strenuo difensore dei diritti dei cittadini, di Noce ricordiamo la lotta all’abusivismo e a ogni deriva commerciale della professione e l’impegno per una corretta informazione sanitaria.» Al cordoglio del presidente Iandolo si uniscono la Commissione Albo Odontoiatri nazionale e tutta la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. «Perdiamo un amico — rimarca il presidente nazionale Andi Carlo Ghirlanda — un dirigente illuminato che ha saputo fra i primi mettere a fuoco l’importanza dall’impegno e dell’azione a favore dei giovani Odontoiatri e delle loro attività professionali».

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 10:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci