Fanatica della tintarella, scopre per caso il tumore e anche di essere incinta

PER APPROFONDIRE: gravidanza, padova, tumore
Fanatica della tintarella, scopre per caso il tumore e anche di essere incinta
PADOVA - Scopre per caso di avere un melanoma e contemporaneamente si accorge di essere incinta. Teresa, 42 anni di Padova, oggi è mamma felice anche se la sua gravidanza è stata segnata da un tragico fuori programma.

Lo racconta l'Ulss 6 euganea, di cui la donna è paziente, per sottolineare i rischi dell'esposizione al sole senza adeguata protezione. La giovane era una fanatica dell'abbronzatura, oggi pentita. Al terzo mese di gravidanza le hanno tolto un neo sospetto sul fianco destro che dall'esame istologico è risultato essere un melanoma. Si è proceduto all'allargamento in anestesia locale el Complesso Socio-sanitario Ai Colli dell'Ulss 6 Euganea.

Subito dopo l'intervento, la ginecologa ha effettuato un'ecografia per controllare il feto. La donna successivamente è entrata nel circuito dei controlli dell'Istituto Oncologico Veneto. Poi è nata Diletta, una bambina che ora ha 2 anni, e che fa compagnia a un fratellino di 9 anni. «Non posso che invitare alla prevenzione, a tenersi sempre sotto controllo. Io - racconta Teresa - ho scoperto per caso di essere malata. Una mia amica che lavora vicino alla sede della Lilt, la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori, mi ha convinto a fare una visita ai nei. Non ero mai andata, non avevo sintomi ma ho pensato che fosse cosa buona e giusta. Lì mi hanno trovato questo neo sospetto, consigliando di toglierlo».

Oggi ripete a tutti di andar cauti col sole. «Ne ho preso tantissimo senza protezione quando ero ragazza, ho fatto innumerevoli lampade, e ho la carnagione scura. Dicono che le pelli scure sono meno soggette a malattia, invece no - aggiunge -. La mia storia lo dimostra, per fortuna mi è andata bene».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 10 Agosto 2019, 14:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fanatica della tintarella, scopre per caso il tumore e anche di essere incinta
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-08-11 09:16:06
Umanamente contenta per la signora, nonostante il tentativo di santificazione perché di casi analoghi se non identici ce ne sono a bizzeffe. Detto questo: tutto l'iter a carico dell'assistita spero! Cosa scrivete qui dentro ai bimbi con malattie esantematiche? Che i genitori devono pagare di tasca loro una scelta scellerata? Giusto. Quindi che paghi anche questa donna che ha messo in pratica comportamenti leggeri visto che la lotta al melanoma c'è da tanto. Che si paghi ogni esame, interventino (è di per sè più banale di un'estrazione non fatene una montagna) e che le venga addebitato ogni controllo futuro. Se mai dovesse averne altri in previsione. Oppure siccome finisce in "oma" e tutti si sentono esposti e a rischio siete solidali più che con un piccolo di 18 mesi?
2019-08-11 11:12:26
E' un clamore insensato. Si tratta verosimilmente di 'melanosi precancerosa' che viene refertata come 'melanoma in situ'. A me dieci anni fa non vollero dare il referto così funesto riguardante una lesione analoga alla coscia di mia moglie, anch'ella patita del sole cui si espone ancor oggi a qualsiasi ora del giorno.
2019-08-11 11:47:26
Hiper a me lo tolsero sette anni fa, un secondo grado, dalla natica. Ebbene, io sono sempre stata insofferente al sole perché sono bianca davvero come il latte. Non mi espongo al.sole da oltre un decennio. Quindi? Certo se sei un soggetto a rischio meglio evitare scottature ed esposizioni inconsulte ma ripeto, felice per la signora e la sua bambina, ciò che non comprendo è il senso dell'articolo. Colpa del sole e delle lampade...(avrei la mia da dire, mai fatto una sola lampada in tutta la mia vita) e che fosse incinta e che poi nascesse la piccola e che ora sia pentita ecc ecc...boh.
2019-08-11 08:56:24
Aspettiamo l'epidemia di tumori dovuti ai tatuaggi. Non di chi ne ha uno due di piccola entità, ma di quelle persone sprovvedute che hanno parti del corpo totalmente rivestite. L'augurio è che le Asl si tutelino e facciano pagare le cure. Nessun medico ha prescritto di tatuarsi il corpo per stare meglio...
2019-08-10 20:08:18
Melanoma sì, ma quanto era il suo spessore? Al di sotto di un millimetro di spessore l'asportazione radicale ne riduce il rischio quasi del tutto.