Far west tra studenti all'uscita dalla scuola per cuochi, due minori finiscono in ospedale

Sabato 30 Ottobre 2021 di Cesare Arcolini
L'istituto di formazione professionale Dieffe
4

NOVENTA PADOVANA - Botte da orbi dopo la mattinata trascorsa a scuola. Il bilancio è di due studenti, un 17enne italiano e un 16enne cinese trasportati in ospedale. Visitati e medicati, le loro condizioni non destano preoccupazione. E’ successo tutto attorno alle 13 all’esterno della scuola professionale Dieffe di Noventa Padovana. 

IL LITIGIO
Al momento non è dato sapere cosa abbia acceso la miccia, sta di fatto che una decina di ragazzi ha cominciato a litigare lungo via Valmarana. Dalle offese e le minacce si è passati ben presto alle vie di fatto. Sono volati calci e pugni. Al momento si esclude l’utilizzo di armi. Il tafferuglio è stato notato da numerosi passanti che hanno subito dato l’allarme al 112. Sul posto si è portata una pattuglia dei carabinieri della stazione di Noventa. Tra i contendenti si è creato il classico fuggi fuggi. Non è stato fermato al momento alcun ragazzo, ma attraverso le informazioni raccolte i militari dell’Arma potrebbero a stretto giro individuare i colpevoli del pestaggio.

I due feriti nel frattempo sono stati accompagnati in ospedale per le medicazioni. Sulla vicenda è intervenuto ieri il preside della Dieffe, Riccardo Dalla Valle che ha condannato senza mezzi termini l’accaduto. «Premesso che la rissa è avvenuta all’esterno della nostra scuola - ha detto - quello che le istituzioni, a cominciare dal mondo scolastico, devono insegnare è il concetto di accoglienza. Il dialogo deve sempre superare la violenza e diverse vedute su un argomento devono essere occasione di crescita e non di scontro». Dalla Valle ha proseguito: «Ci siamo sempre fatti promotori di percorsi educativi e di integrazione, quanto è accaduto mi fa male e mi auguro che rimanga un episodio isolato».

IL PRESIDE
Sulle cause che hanno portato alla rissa il preside non si è espresso: «Sono intervenuti tempestivamente i carabinieri, che ringrazio. A loro il compito di indagare e risalire ai motivi del contendere. Ribadisco il concetto che nessun contrasto si risolve con la violenza, ma con il confronto». Cosa accadrà ai responsabili del pestaggio è presto detto: «La scuola Dieffe non esclude provvedimenti disciplinari ai danni di chi ha alimentato la contesa. Non appena verranno identificati i responsabili li ascolteremo e poi tireremo le somme sul da farsi». La scuola Dieffe, completamente estranea ai fatti di ieri mattina, è un punto di riferimento per centinaia di studenti che in questo istituto integrano lo studio con la pratica e il conseguente avviamento ai mestieri legati al ramo della ristorazione. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre, 10:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA