Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Dal Brasile alla ricerca delle sue origini: Edoardo scopre di essere parente del sindaco di Agna

Sabato 6 Agosto 2022 di Nicola Benvenuti
Edoardo con la fidanzata e il sindaco Piva
1

AGNA - Arriva in paese dal Brasile per visitare i luoghi di origine della sua famiglia e scopre di essere un lontano parente del sindaco: è quanto è successo nei giorni scorsi ad Agna, dove è giunto Caio Edoardo Piva, 29 anni, con la sua fidanzata. «Abbiamo letto l’appello che il giovane aveva lanciato sui social, lo abbiamo contattato e si è fissato un incontro anche con il nostro vice sindaco Erika Rampazzo, a palazzo Mingoni, la nostra storica sede municipale, dove abbiamo donato alcune pubblicazioni su Agna e il territorio Conselvano» racconta il sindaco Gianluca Piva.

La parentela

Il primo cittadino ha così raccolto la storia della famiglia Piva emigrata in Brasile dallo stesso Edoardo e sulla quale poi ha svolto delle rapide ricerche dalle quali è emerso un rapporto parentale tra la famiglia del sindaco e quella del brasiliano Edoardo che risale ai trisavoli. A raccontare è lo stesso Edoardo Piva: «Io provengo dalla città di Campinas che fa parte della grande metropoli São Paulo e la mia fidanzata Beatriz Vicentini Chamadoiro arriva dalla città di Salvador a Bahia. Ho lasciato il Brasile con l’obiettivo di riconoscere la mia cittadinanza italiana attraverso l’origine dei miei trisavoli, nati e vissuti ad Agna. Lasciarono l’Italia e si trasferirono in Brasile nel 1898: i loro nomi erano Romano Piva, nato nel 1864, e Albina Carraro, nata nel 1866».

Il viaggio

Edoardo e Beatriz proseguono il loro racconto: «Siamo arrivati in Italia all’inizio di marzo 2022 e abbiamo vissuto tre mesi in Calabria per vederci riconosciuta la cittadinanza italiana. Dopo aver conquistato questo sogno ed essere diventati cittadini italiani, abbiamo scelto di acquistare un camper e di andare in giro per tutta l’Italia e poi in altri paesi europei, tutti con la nostra casa mobile». Ed aggiungono: «Da quando siamo partiti con il nostro camper verso il nord Italia, sognavamo di conoscere un po’ di più le origini dei nostri antenati, ma non immaginavamo di riuscire ad arrivare fino qui, ad Agna, dove abbiamo trovato una grande accoglienza. La cosa più divertente e curiosa di tutto questo viaggio è che, poco prima di arrivare ad Agna, abbiamo postato la nostra storia su Facebook e abbiamo scoperto, attraverso di essa, Gianluca Piva, il sindaco». Il primo cittadino puntualizza: «Mi sono incuriosito quando ho letto il primo messaggio di Edoardo e, considerato poi il fatto che abbiamo lo stesso cognome, sono andato a fondo e alla fine siamo arrivati alla conclusione che il ceppo di provenienza delle due famiglie è lo stesso. Si è stabilito subito un bel rapporto con noi, tanto che abbiamo invitato Edoardo e Beatriz a fermarsi e partecipare al 60.mo Ferragosto Agnense che inizia in questi giorni» conclude Piva.

Ultimo aggiornamento: 17:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci