Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

La storica pizzeria Pe Pen chiude in piena estate: è giallo sulla vacanza di un mese

Scatta l'ipotesi liquidazione per il locale di piazza Cavour. A quanto si apprende le difficoltà graverebbero sugli affari da anni

Mercoledì 29 Giugno 2022 di Silvia Moranduzzo
La pizzeria Pe Pen

PADOVA - Un mese di ferie per la storica pizzeria Pe Pen, in piazza Cavour. Un periodo lungo, dal 27 giugno al 27 luglio, nel pieno dell'estate quando la clientela è maggiore. Un mese di ferie che potrebbe nascondere qualcosa di più.

Ipotesi liquidazione

Una procedura di liquidazione non è ancora cominciata ma pare manchi poco. Il gestore della pizzeria, Franco Schiavo, è sparito e non risponde al telefono da giorni. A quanto si apprende da fonti autorevoli nel mondo del commercio e dei pubblici esercizi, Pe Pen sarebbe in difficoltà da anni, ben prima del lockdown. Poi il Covid ha fatto la sua parte e i nodi sarebbero venuti al pettine. La ripresa dell'attività dopo la chiusura forzata durante la pandemia non sarebbe bastata a risolvere i problemi e sembra che la vicenda abbia preso una piega giudiziaria. Alcuni dipendenti si sono rivolti al sindacato.

La pizzeria

Pe Pen è da anni un punto di riferimento per la città. Schiavo la gestisce dal 1983 e ha servito vip, calciatori, politici, assessori cittadini. Quando a Padova arrivavano attori o cantanti per uno spettacolo poi era d'obbligo cenare da Pe Pen, da Simona Ventura a Simone Bettarini, da Alba Parietti ad Antonello Venditti. Negli anni Novanta pareva esser diventato il quartier generale del Calcio Padova, dai dirigenti ai calciatori, per il numero di cene avvenute dietro quelle finestre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci