Venerdì 20 Settembre 2019, 18:12

Botte ai compagni con la mamma che lo incita, il ragazzo: «Sono dei bulli, ero esasperato»

PER APPROFONDIRE: bullismo, padova, scuola
La mamma e l'alunno fotografati di spalle davanti a scuola

di Nicoletta Cozza

PADOVA - Ieri mattina a scuola non ci voleva proprio andare. E, in lacrime, ha pregato la mamma di lasciarlo a casa. Per lui affrontare un’altra mattinata in una classe dove si sente preso di mira non era facile. Alla fine lei lo ha convinto. É arrivato in ritardo, però, ma sul libretto personale, la giustificazione, peraltro poi controfirmata dalla preside, non lascia dubbi su quale fosse lo stato d’animo del ragazzino: «A.- ha scritto S.P., la genitrice - ha paura di entrare a scuola». Tre parole che però delineano efficacemente lo stato d’animo di un bambino di 10 anni, dislessico, balbuziente e con altri problemi, e che si sente preso di mira fin dal primo giorno in cui ha iniziato a frequentare le medie, dove a suo dire sarebbe stato apostrofato con i peggiori epiteti e preso in giro per la sua menomazione. É lui che martedì ha sferrato due pugni a un compagno, proprio uno di quelli che si accanirebbe contro di lui, sotto gli occhi della madre, un’italiana di origine sinti, che è stata denunciata dagli altri genitori, secondo i quali avrebbe istigato il figlio a scagliarsi contro i coetanei con cui stava litigando. Ora lei ha annunciato che a sua volta si rivolgerà a un legale.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Botte ai compagni con la mamma che lo incita, il ragazzo: «Sono dei bulli, ero esasperato»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2019-09-22 10:31:33
Allora...la scommessa dell'altro giorno....E' VINTA!!!!
2019-09-21 18:16:53
E ovviamente i Giudici a chi crederanno ? A quelli Italiani malmenati o a chi li hanno malmenati..... io un'idea ce lò e voi... basti vedere anche quelli che sbarcano e raccontano di spaventose sevizie ecc... a cui crediamo senza pensarci un'attimo.
2019-09-21 14:08:11
mah....sara'....mah...
2019-09-21 12:45:49
Non credo una sola parola. Se del caso (fosse vero) bastava rivolgersi alla Presidenza:sono molto attenti su queste cose!
2019-09-21 10:12:53
Ora ne esce che le vittime sono i carnefici. Con la ns giustizia forse tra 15 anni ne sapremo qualcosa di più