Padovano ucciso nelle Filippine. Freddato in casa a colpi di pistola

Andrea Guarniero. Padovano ucciso nelle Filippine. Freddato in casa a colpi di pistola
PADOVA - Quarantanovenne padovano ucciso a colpi di pistola nelle Filippine. L'omicidio è avvenuto il 28 marzo tra le 17 e le 18 (ora italiana), intorno all'una, nella casa dell'uomo nelal città di Dauin, abitazione che condivide con la moglie e il figlio di 9 anni. Due uomini avrebbero fatto irruzione nella casa dell'uomo e lo avrebbero freddato. La vittima è l'imprenditore Andrea Guarniero, appassionato di rugby, ex studente di Scienze Politiche a Padova, nel 2016 si era trasferito nelle Filippine per intraprendere la carriera di imprenditore immobiliare.

IL FRATELLO: UNA ESECUZIONE
«Mio fratello è stato freddato con due colpi di pistola da due killer. È stata un'esecuzione, forse l'acquisto recente di un terreno aveva dato fastidio a qualcuno. Ad agire non è stata la criminalità comune». Così Daniele Guarniero ha spiegato la morte del fratello di Andrea. La notizia della morte è arrivata alla madre di Guarniero, residente a Padova, ieri pomeriggio, quando nelle Filippine erano le 21 circa. L'ambasciata italiana a Manila è stata avvisata immediatamente come pure la Farnesina.

L'AZIENDA DI FAMIGLIA A MESTRINO
Andrea Guarniero aveva guidato l'azienda di famiglia, la Multichimica di Mestrino, fino a qualche anno fa. Il lavoro poi lo aveva portato nelle Filippine dove aveva conosciuto la moglie. I due sono tornati in Italia per qualche anno, e a Padova è nato il loro bambino. Poi Andrea ha lasciato la Multichimica e ha deciso di tornare nelle Filippine dove, insieme a un socio padovano, aveva avviato il progetto di un resort. La vittima era molto attiva anche sul fronte del sociale: a casa sua riceveva medici e dentisti con cui ha avviato anche progetti umanitari per la salute dei bambini del posto.

L'AGGUATO NELLA DEPENDANCE DELLA VILLA
L'altra sera, secondo quanto si è appreso, si trovava nella dependance della sua villa mentre il resto della famiglia, moglie, figlio e due cognate, si trovavano in sala a guardare la tv. I killer sono entrati in casa, andando a colpo sicuro: Andrea era nello studio a lavorare con il pc e non ha avuto il tempo di reagire quando gli hanno sparato. Una delle cognate è accorsa immediatamente appena udito gli spari trovando il padovano riverso a terra, morto. I due assassini sono scappati senza lasciare traccia. Le indagini sono affidate alle autorità locali.



+++ IN AGGIORNAMENTO +++
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 29 Marzo 2019, 09:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Padovano ucciso nelle Filippine. Freddato in casa a colpi di pistola
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-03-29 17:33:45
Degno di nota che ci viene fatto sapere che era appassionato di rugby.
2019-03-29 14:57:18
cuorevivo, non uscire mai di casa, veroooo......!!!!!
2019-03-29 14:00:53
@@ probabilmente sono l'unico,in questo blog di fake nick che potrebbe dire qualcosa di sensato in merito,,ma preferisco glissare,cosi' mi prendo meno '' ditini'' dai alias....alias....alias.....
2019-03-30 11:13:29
Beh, caro Amico Phoenix, a parte che molti nemici molto onore, c'è invece chi ti apprezza moltissimo...e ne va orgoglioso. Buon fine settimana Carissimo. :-)))
2019-03-30 13:31:59
@@@ Fiocchi. Ciao Carissimo Amico, grazie, cvd. (come volevasi dimostrare) i '' ditini'' sono arrivati numerosi,specialmente da parte di uno che di immobili nella vita ha visto solo un bungalow a Rosolyn-Sur-Mer in affitto..Altro discorso invece,per me che per tre anni sono stato socio di una immobiliare Australiana,quindi vendevo sia case sia appartamenti nel sud-east Asia, e, per motivi pratici,che non sto ad elencare ( tanto e' lo stesso), consigliavo -sempre- di acquistare appartamento,meglio se con 24 h. security. Io sono all'estero per affari,ma torno presto, grazie per il buon fine settimana,che ricambio. Un abbraccio,Fiocchi,TU sei una persona '' speciale'', Carissimo !!!!