Beveva alcolici nel parco pubblico:
multa di 300 euro, è il primo caso

PER APPROFONDIRE: alcolici, multa, padova, parco pubblico
Beveva alcolici nel parco pubblico:  ​multa di 300 euro, è il primo caso
PADOVA - Trecento euro di multa per essere stato trovato a bere alcolici in un parco pubblico di Padova. Prima multa davanti al nuovo parco giochi creato nell'area "Borgomagno". È accaduto lunedì pomeriggio, durante un servizio di pattugliamento svolto da agenti della Polizia Locale. «Il nuovo parco giochi e l'adiacente area cani sul cavalcavia Borgomagno - ha spiegato l'assessore alla polizia locale Maurizio Saia - sono stati fortemente voluti dall'amministrazione quale volano per la riqualificazione della zona intorno alla Stazione. Continueremo così con controlli a tappeto per garantire il rispetto delle regole adottate e per contrastare il degrado tutelando la sicurezza dei cittadini».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 21 Giugno 2016, 16:44






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Beveva alcolici nel parco pubblico:
multa di 300 euro, è il primo caso
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2016-06-22 14:27:03
refolo60: regolamento di polizia urbana di padova" ART. 12 Divieto di consumo di sostanze alcoliche 1. A salvaguardia della vivibilità, del decoro, della sicurezza urbana e della fruibilità degli spazi e per la tutela dei siti di interesse storico - artistico - culturale della città, salvo il fatto non costituisca illecito penale od amministrativo, è vietato: a) nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, ad eccezione dei plateatici e delle aree prospicienti i pubblici esercizi, detenere, ad eccezione che in recipienti chiusi ed integri, o consumare sul posto, ogni genere di bevanda alcolica. Il divieto non si applica in occasione di fiere, manifestazioni od altri eventi autorizzati o a seguito di deroga concessa dall’Amministrazione Comunale; b) vendere per asporto, somministrare o cedere a qualsiasi titolo bevande alcoliche di qualunque gradazione, comprese le miscele di bevande contenenti sostanze alcoliche in quantità limitata, a persone di età inferiore agli anni 18; c) il consumo e la detenzione a qualsiasi titolo, di ogni genere di bevanda alcolica, da parte dei minori di 18 anni all’interno di attività commerciali, nei luoghi pubblici o aperti al pubblico o esposti al pubblico; 2. Fatte salve le fattispecie disciplinate al comma 1 lett b), è vietato acquistare, somministrare ovvero cedere a qualsiasi titolo, per conto ed in favore dei minori degli anni 18, bevande alcoliche di qualunque gradazione ai fini della loro consumazione o della mera detenzione. 3. A tutti i titolari di pubblici esercizi per la somministrazione, di esercizi commerciali, artigianali e simili è fatto obbligo di esporre in modo ben visibile all’ingresso del proprio esercizio, specifici avvisi volti ad informare l’utenza del divieto imposto ai precedenti commi 1 e 2. 4. Le violazioni al presente articolo comportano la sanzione amministrativa pecuniaria di Euro 300,00, eccetto la violazionE di cui al comma 3, che comporta la sanzione amministrativa pecuniaria in misura ridotta di Euro 200,00. 5. Per le violazioni previste dal presente articolo è applicabile la sanzione sostitutiva al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria di cui all’art. 3 comma 6 e seguenti.
2016-06-22 10:32:35
Battaglie legaiol-padane. Tiramisù, prosecchi, kebab, una birra al parco, queste sono le grandi battaglie della lega.......ciao e continuate così che ci divertite tanto...ciao.
2016-06-22 10:24:23
fabrizioalla, si rilegga la testimonianza di Toscani. Sono gli autoctoni a bere...
2016-06-22 07:36:39
ben fatto. La gente capisce solo quando vengono toccate le tasche ...
2016-06-21 23:06:21
questa mi è nuova.... che fosse vietato bersi una birra in un parco pubblico proprio non la sapevo (?????)