Escursionista si accascia e muore davanti alla moglie a 1.700 metri di altitudine

Domenica 2 Gennaio 2022
Soccorso Alpino (foto di archivio)
2

PIEVE DI CADORE - Ucciso da un malore tra i monti. Poco prima di mezzogiorno di oggi, 2 gennaio 2022, il Soccorso alpino di Pieve di Cadore è stato allertato per intervenire in supporto dell'elisoccorso di Bolzano, per un uomo colto da malore due tornati sotto la cima del Monte Tranego, a 1.700 metri di quota, lungo la strada che stava percorrendo assieme alla moglie e ad alcuni amici, che hanno subito iniziato a praticargli il massaggio cardiaco.

Purtroppo una volta che il personale medico è sopraggiunto, non è stato possibile che constatare il decesso dell'uomo, un sessantenne di Pieve di Cadore (Belluno). Una squadra del Soccorso alpino di Pieve di Cadore è quindi salita con quad e slitta, per poi accompagnare a valle prima la moglie e un'amica e di seguito la salma dell'escursionista, affidata a Pozzale al carro funebre. Prima di arrivare a Pozzale i soccorritori sono stati fermati per un secondo intervento sotto il Tranego: un escursionista con dolori a una gamba non era più in grado di proseguire. In suo aiuto sta intervenendo il Soccorso alpino del Centro Cadore.
 

Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio, 15:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci