Martedì 2 Aprile 2019, 21:08

Mario, il marinaio bellunese rivive dopo 77 anni nell'incrociatore ritrovato

Mario, il marinaio bellunese rivive dopo 77 anni nell'incrociatore ritrovato

di Egidio Pasuch

SEDICO - C’era anche un sedicense, Mario Tibolla, classe 1921, a bordo dell’incrociatore leggero "Giovanni Delle Bande Nere" che fu affondato nel 1942 e che una verifica tecnica e di sorveglianza dei fondali nel mar Tirreno, vicino l’isola di Stromboli, ha riportato alla luce. Con una pagina di storia lontana che ha toccato indirettamente, dunque, anche Sedico. A rendere noto questo rapporto tra l’affondamento e il bellunese sono due nipoti di Mario Tibolla, Enrico e Fabrizio De Salvador, entrambi appassionati cultori di cose locali. «Il 9 Marzo 2019 è stato ritrovato il relitto della nave. Sappiamo soltanto che Mario era fratello di nostra mamma ed era del 1921 - ricordano i due -il Giovanni Delle Bande Nere fu affondato il primo aprile 1942 a 11 miglia da Stromboli da un sottomarino inglese». L’ incrociatore era partito da Messina ed era diretto a La Spezia. Quasi tutti i componenti dell’equipaggio persero la vita. Molti di loro erano campani. Si trattava di un incrociatore leggero della Regia Marina appartenente
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mario, il marinaio bellunese rivive dopo 77 anni nell'incrociatore ritrovato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-04-03 12:08:23
Sedicense (di Sedico), non sedicenne, amico Anton48. Cordiali saluti
2019-04-03 08:59:27
se il ragazzo era del 1921 ed e' stato affondato con l'incrociatore nel 1942, aveva 21 anni, non 16... se la matematica non e' un'opinione.