In mostra le vecchie porte coi dipinti della Grande Guerra sulle Dolomiti

PER APPROFONDIRE: grande guerra, mostra, sappada
In mostra le vecchie porte coi dipinti della Grande Guerra sulle Dolomiti

di Paola Treppo

SAPPADA (Udine) - Si chiama “La guerra è alle porte 1915-1918” la mostra ideata da Francesco Pomarè, sappadino, cultore della storia della Grande Guerra sulle Dolomiti orientali. In esposizione, nella sede del palazzo del Municipio, una raccolta di opere del pittore e scultore Franco Murer, e principalmente, una serie di  porte antiche sulle quali sono rappresentate scene della prima guerra mondiale e sculture di gesso.

L’artista, già noto a Sappada in quanto figlio di Augusto Murer, autore delle sculture sacre poste davanti alla chiesa locale Regina Pacis, ha scelto, per questa mostra,  come filo conduttore delle sue opere, il mondo femminile e dell’infanzia di quel periodo storico, in cui le donne erano chiamate ad accudire i propri figlie e a occuparsi della gestione domestica e di quelle quelle faccende delle quali, in tempi di pace, erano i loro uomini ad occuparsi.

Sono esposte anche raffigurazioni sacre e dipinti che ritraggono i momenti di gioco dei bambini. All’inaugurazione, oltre all’artista e all’organizzatore Pomarè, presenti l’assessore alla cultura del Comune di Sappada, Andrea Polencic, un folto pubblico e il coro Sorgenti del Piave del gruppo Ana di Sappada che ha intonato alcuni canti del loro repertorio incentrati sul tema della guerra e il tipico brano di augurio per l’anno nuovo in lingua sappadina. La mostra è visitabile tutti i giorni tra le 16 e le 19 e l’ingresso è gratuito. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 7 Gennaio 2018, 10:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
In mostra le vecchie porte coi dipinti della Grande Guerra sulle Dolomiti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-08 08:09:46
Sappada ha fatto da apripista, naturalmente c'è ancora tutto il bellunese che pressa per passare, chi in Friuli e chi in Trentino. Tempo al tempo, presto avverrà…