Domenica 3 Novembre 2019, 21:10

Pusher nei guai: ora 200 consumatori rischiano di perdere la patente

PER APPROFONDIRE: belluno, clienti, droga, patente, pusher, spaccio
Pusher nei guai: ora 200 consumatori rischiano la patente, ma ricorrono al Tar
BELLUNO - Quasi 200 bellunesi chiamati al nuovo esame di idoneità psico-fisica nel procedimento di revisione della patente di guida scattato nell’ambito di una maxi-inchiesta su un vasto giro di spaccio che è coordinata dalla Procura. Un procedimento, scattato dalle indagini dei carabinieri del Nucleo investigativo, coordinato dal maggiore Marco Stabile, che ha gettato luce, oltre che sui pusher, su centinaia di consumatori. Nell’inchiesta aperta a metà del 2018 dal pm Simone Marcon, sono finiti quindi anche i nominativi dei presunti assuntori di stupefacenti, per i quali la Motorizzazione ha avviato il procedimento di revisione. Sono 180 gli automobilisti che avrebbero acquistato droga, secondo quanto ricostruito in quell’indagine. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pusher nei guai: ora 200 consumatori rischiano di perdere la patente
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2019-11-04 22:08:54
Gli alcoolici se non abusi e conosci i tuoi limiti non creano dipendenza...la droga sì! Cominci con spinelli e poi finisci nella cocaina e nell'eroina...Ci sono droghe più allucinanti tipo la lanugine dei semi dei "visoni" volgari vitalba l'unica liana nostrana che in tempi di carestia di tabacco venivano tranquillamente fumati...non parliamo poi dei funghetti mignon allucinogeni: Mycena pura, Psilocybe semilanceata, Psilocybe cyanescens, Gymnopilus spectabilis, Amanita muscaria che tanti personaggi a corto di soldini usano al posto delle droghe!
2019-11-05 10:29:21
L'alcool è l'unica droga che provoca crisi d'astinenza mortali ed è pure la sostanza psicotropa che introduce a droghe pesanti la letteratura scientifica dice questo; qualche invasato parla di dipendenza da cannabis eppure non esiste in tutta la letteratura internazionale un articolo che la descriva né ovviamente un protocollo per aiutare chi ne è colpito a superarla
2019-11-05 12:49:23
Mi permetta di farle osservare che io ho un'idea diversa dalla sua, pur non ritenendomi invasato, ma credo che il problema si possa affrontare dall'inizio, cioè dalla volontà dell'individuo. Con questa premessa direi che la cosa da affrontare risiede nel cervello, quindi, se ci predisponiamo in un certo modo poi si prosegue oppure si rientra. L'alcool, la canna o altre distrazioni, appartengono alla vita e tutti ne disponiamo, quindi se dopo aver provato non vogliamo rientrare è solo nostra scelta. Ciò non toglie che anche la canna, ritenuta quasi innocua, ha il suo peso nella nostra volontà, che è diversa in ognuno, detto questo mi sembra logico cercare di sottrarre più menti possibili alla distrazione. In ogni caso, se scegliamo di proseguire, almeno non cercare di giustificare, con l'ovvio intento di giustificare se stessi. Buona giornata.
2019-11-04 21:17:24
Non mi è chiaro su quali basi torchieranno questi automobilisti. Li hanno visti acquistare droga? Oppure è sufficiente avere il proprio numero nel telefonino dello spacciatore? Basta questo? Anni fa dalle mie parti ce ne era uno che aveva come attività legale il commercio di carta da macero. Parecchia gente (molti studenti che conoscevo) raccoglievano cartoni e glieli conferivano, alzando così qualche quattrino. Che si sarebbe fatto, allora, li si segnalava tutti come assuntori di stupefacenti, se il numerino di cellulare era in quello del pusher? Su, non mi si parli di discernimento degli inquirenti... ma chi ci crede? E'solo un modo per far vedere che si hanno i muscoli e si agisce. Quando basterebbe andare di fronte a qualsiasi stazione ferroviaria per prenderne a decine, di spaccini. Ma non avrebbero manco lo spazio per rinchiuderli, quindi li rilasciano appunto subito.
2019-11-04 20:21:38
... chi è senza peccato. lasci per primo la patente.. uno spacciatore potrebbe pure prendersi l'elenco del telefono e farsi una rubrica " interessata ".. lesione grave alla libertà personale quella del richiamo in quanto discriminante.. sempre diffidare di chi vuole salvare il mondo a modo suo..