Venerdì 22 Marzo 2019, 00:00

Processato per violenza sessuale, la moglie testimonia: «È impotente»

PER APPROFONDIRE: impotente, processo, violenza sessuale
Processato per violenza sessuale, la moglie testimonia: «È impotente»
PEDAVENA - «Mio marito non può compiere atti sessuali, per le pastiglie che prende». Ieri in Tribunale a Belluno, di fronte al gup Enrica Marson, ha parlato la moglie del 78enne accusato di violenza sessuale dalla vicina di casa. L'uomo, L.C., originario di Treviso, assistito dall'avvocato Gianmarco Tosetto di Verona ha scelto il rito abbreviato. Il giudizio con lo sconto è stato condizionato alla deposizione di due testimoni che sono stati sentiti ieri. Oltre alla moglie ha parlato un teste chiamato a prova contraria dalla parte civile, la 49enne vicina di casa, che è costituita nel processo con l'avvocato Stefano Bettiol. Ha parlato l'amica che quel giorno, il 9 ottobre 2017, chiamò i carabinieri vedendo la donna sotto choc dopo i presunti abusi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Processato per violenza sessuale, la moglie testimonia: «È impotente»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-03-22 18:31:57
... impotente.. con la moglie. ma potente con altre minestre e pastasciutte..
2019-03-22 16:32:12
il talamo nuziale è la tomba del sesso!!
2019-03-22 16:21:30
Non e' necessario avere un'erezione per violentare una donna! (ogni cervello ha il proprio appagamento)
2019-03-22 13:40:12
Va a finire che chiederanno l'esperimento giudiziario con una CTU "coniglietta del mese" in aula...