Variante Omicron, primo caso negli Usa. In Sudafrica 8.561 contagi, Oms: «Divieto di viaggi la fermerà»

Mercoledì 1 Dicembre 2021
Variante Omicron, primo caso negli Usa. In Sudafrica 8.561 contagi, Oms: «Divieto di viaggi la fermerà»

Variante Omicron, primo caso scoperto negli Usa, in California. Lo riferisce la Cnn. In Sudafrica, nel frattempo, raddopiano i casi Covid rispetto ai dati registrati ieri. Sono 8.561 i contagi in 24 ore, con un tasso di positività del 16,5%, a fronte dei 4.373 delle 24 ore precedenti. Lo riferisce il National Insitute for Communicable Diseases, citato da Bloomberg. Rispetto ad una settimana fa, prima dell'individuazione della variante Omicron, l'aumento dei casi è di oltre il 400%.

 

 

Oms: divieti di viaggio non impediranno diffusione Omicron

«I divieti di viaggio generalizzati non impediranno la diffusione internazionale di Omicron e rappresentano un pesante fardello sulle vite e sui mezzi di sussistenza». A dirlo è stato il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, oggi durante il consueto aggiornamento sulla situazione Covid nel mondo.

 

Il Dg Oms ha ringraziato nuovamente il Botswana e il Sudafrica «per aver rilevato, sequenziato e segnalato questa variante così rapidamente. È profondamente preoccupante per me - ha affermato - che quei Paesi siano ora penalizzati da altri per aver fatto la cosa giusta. Chiediamo a tutti i Paesi di adottare misure di riduzione del rischio razionali e proporzionate, in linea con il Regolamento sanitario internazionale. Ciò include misure per ritardare o ridurre la diffusione della nuova variante, come lo screening dei passeggeri prima del viaggio e/o all'arrivo, o l'applicazione della quarantena ai viaggiatori internazionali».

 

 

 

 

Oms: Omicron forse più contagiosa

Cosa si sa oggi della variante Omicron di Sars-CoV-2? «Uno degli scenari è che il virus, che continua a evolversi, potrebbe aver guadagnato dei vantaggi. Questo significa che potrebbe essere diventato più trasmissibile. Più trasmissibile di Delta. È quello che dobbiamo vedere». «Ci aspettiamo di avere maggiori informazioni sulla trasmissione di Omicron nel giro di giorni, non settimane». È il quadro tracciato dall'epidemiologa Maria Van Kerkhove, esperta dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che ha aggiornato sulle informazioni disponibili sul nuovo mutante in questo momento, durante il periodico briefing con la stampa sulla situazione Covid nel mondo.

 

Video

 

«Dal punto di vista della gravità della malattia - ha continuato l'esperta che è a capo del gruppo tecnico dell'Organizzazione mondiale della sanità per il coronavirus - abbiamo visto report di casi di Omicron che vanno dalla malattia lieve a quella più grave, abbiamo indicazione che alcuni dei pazienti si presentano con malattia lieve, ma è ancora presto» per trarre conclusioni. «C'è anche un'indicazione di un aumento di ricoveri in Sudafrica, ma potrebbe essere legato al fatto che abbiamo più casi e se tu hai più casi hai anche più ospedalizzazioni. Quindi, riguardo alla gravità della malattia da Omicron gli studi sono in corso» per capire di più. «Non sappiamo ancora abbastanza sulla gravità della malattia provocata da questa variante. Ma, ha concluso Van Kerkhove, va ricordato che «più il virus circola e più infettivo sarà, e più questo virus infetta più moriranno persone. E questo può essere prevenuto. Tutto quello che stiamo facendo per la variante Delta può essere fatto per Omicron. Dobbiamo agire ora».

 

 

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 08:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA