Nuova Zelanda, un sopravvissuto della strage posta un video dall'ospedale: «Pregate per me e mia figlia»

Nuova Zelanda, un sopravvissuto della strage posta un video dall'ospedale: «Pregate per me e mia figlia»

di Emiliana Costa

«Scusate se non ho risposto ai vostri messaggi e alle vostre chiamate, sono molto stanco». Wasseim Alsati, barbiere originario della Giordania, è uno dei superstiti della strage in Nuova Zelanda. È stato ricoverato in ospedale dopo essere stato colpito da quattro proiettili, due nella schiena, uno nella pancia e uno al piede. E proprio dal letto d'ospedale ha registrato il videomessaggio, condiviso su Facebook, per rassicurare tutti i suoi amici, dicendo loro che è sopravvissuto. E chiedendo di pregare per la figlia Allen, anche lei ferita, colpita da tre proiettili, e ricoverata in ospedale.

Nuova Zelanda, identificate le prime due vittime. «Dove essere con mio padre, salvo per un ritardo»

Nuova Zelanda, il killer terrorista ammanettato sogghigna in aula

«Pregate per me e per lei, speriamo che si riprenda» ha detto Wasseim, che si era trasferito a Christchurchsi, in Nuova Zelanda, cinque anni fa, per garantire un futuro migliore ai suoi figli.

E conclude: «Mi dispiace di non aver risposto ai vostri messaggi e alle vostre chiamate, ma in questo momento non sono in grado di farlo. Grazie per il vostro sostegno e per il vostro aiuto, voglio solo sappiate che sto bene»

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 16 Marzo 2019, 10:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nuova Zelanda, un sopravvissuto della strage posta un video dall'ospedale: «Pregate per me e mia figlia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti