Novara, sindacalista ucciso da un Tir durante manifestazione. Arrestato l'autista. Draghi: «Fare subito luce»

Venerdì 18 Giugno 2021
Novara, sindacalista ucciso da un Tir durante manifestazione. Draghi: «Fare subito luce»
2

Un 37enne è morto questa mattina investito da un camion davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate (Novara). È accaduto in via Guido il Grande, durante una manifestazione di lavoratori della logistica. La vittima, secondo le prime informazioni, sarebbe un rappresentante dei Cobas di origini marocchine. L'autista avrebbe forzato il blocco della manifestazione, che stava per cominciare, e il sindacalista sarebbe stato trascinato per una decina di metri. Il conducente è stato arrestato per omicidio stradale, resistenza e omissione di soccorso dall'Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato. E al momento, come fanno sapere in una nota congiunta carabinieri e polizia, è trattenuto presso gli uffici del Comando Provinciale Carabinieri di Novara in attesa delle valutazioni della locale autorità giudiziaria.

Sindacalista morto durante una manifestazione a Biandrate, Cobas: «Investito da un camion»

Sindacalista morto, l'ira dei Cobas

L'autista del tir sarebbe poi fuggito, ma a bloccarlo in autostrada sono stati i carabinieri. Sul posto è intervenuto anche il 118, ma per il 37enne non c'è stato nulla da fare. Sulla pagina Facebook dei Cobas si legge: «Ucciso da un camion il nostro Coordinatore dei SiCobas Novara Adil durante lo sciopero nazionale in corso alla Lidl di Biandrate. A differenza di quanto sta girando sulla stampa, il camion ha forzato il presidio all'esterno del magazzino investendo i lavoratori, tra cui Adil»A quanto si apprende, al presidio, organizzato dal sindacato Cobas, erano presenti una quindicina di persone. All'origine dell'iniziativa alcune rivendicazioni di natura organizzativa.

 

Chi era Adil Belakhdim, il sindacalista morto investito da un tir a Novara

 

Draghi: «Addolorato, necessario fare subito luce»

«Sono molto addolorato per la morte di Adil Belakhdim. È necessario che si faccia subito luce sull’accaduto» così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, a margine del suo arrivo a Barcellona dove a breve riceverà il "Premio alla costruzione europea".

Chi era la vittima

La vittima, Adil Belakhdim, era residente a Vizzolo Predabissi, nell'area metropolitana di Milano. È stato investito nell'ambito di una manifestazione indetta dai SiCobas in occasione dello sciopero nazionale della logistica. Lascia due figli di 15 e 17 anni. Da alcuni anni svolgeva attività sindacale ed era coordinatore interregionale dei SiCobas, e non di Novara come appreso in un primo momento.

Conducente del camion ascoltato in caserma

Si trova in caserma, per essere ascoltato dai carabinieri del Comando provinciale di Novara, il camionista che questa mattina ha investito e ucciso un sindacalista che manifestava davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate (Novara). Al momento nei suoi confronti non sono stati presi provvedimenti. Sul luogo dell'incidente c'è tensione tra i manifestanti. Uno di loro, che si trovava vicino alla vittima quando è stata investita dal camion, si è sentito male e, sotto choc, è stato soccorso dal personale del 118.

 

Feriti altri due manifestanti

«Quel camion lo ha trascinato per una ventina di metri, il conducente non può non essersene accorto»: lo dicono i lavoratori che hanno assistito all'incidente in cui questa mattina davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate (Novara) è morto il sindacalista 37enne Adil Belakhdim dei SiCobas. Il camion ha urtato anche altri due manifestanti, ferendoli, che si trovano ora in ospedale. Secondo quanto si apprende, le loro condizioni non sarebbero gravi.

Orlando: «Fatto gravissimo»

«È gravissimo quello che è accaduto di fronte ai cancelli di un magazzino di Biandrate, vicino Novara. La tragica morte del sindacalista Adil Belakhdim è avvenuta in circostanze che andranno immediatamente chiarite. Nel settore della logistica stiamo assistendo ad una escalation intollerabile di episodi di conflittualità sociale che richiedono risposte urgenti. Alla famiglia del sindacalista la nostra vicinanza». Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando.

Ultimo aggiornamento: 19 Giugno, 00:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA