Fiorella Mannoia dice sì al Pd: un suo brano per la campagna di Nicola Zingaretti

PER APPROFONDIRE: fiorella mannoia, nicola zingaretti, pd
Fiorella Mannoia dice sì al Pd: un suo brano per la campagna di Nicola Zingaretti

di Mario Ajello

Fiorella Mannoia dice sì al segretario del partito democratico, Nicola Zingaretti. La cantante, che negli anni scorsi aveva appoggiato i Cinque Stelle, ha dato il via libera all’utilizzo del suo ultimo brano, “Il peso del coraggio”, per il tratto finale della campagna elettorale per le Europee del 26 maggio.

Il brano parla di rispetto, di diritti delle persone, di cambiamento e della necessità di ricominciare. Temi del tutto in sintonia con il nuovo corso del Partito democratico in questa fase molto difficile per la politica italiana.

«Grazie a Fiorella Mannoia che ci ha permesso di usare la sua canzone e ha dato la sua voce inconfondibile alla nostra sfida per cambiare, insieme», ha scritto il segretario dem su Facebook.



Invece nella campagna elettorale si Matteo Salvini spiccano le canzoni di Edoardo Bennato, sparate a tutto volume nei comizi del Capitano. Non che sia diventato leghista il cantante napoletano ma è diventato  amico di Salvini. E non lo considera un Capitano Uncino (titolo di un gran pezzo di Bennato) ma forse (altro titolo) Uno buono. Ma magari Bennato è troppo buono e innamorato delle favole, da Peter Pan a Pinocchio e alle altre, vede anche la politica come la fiaba che non è.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 22 Maggio 2019, 12:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fiorella Mannoia dice sì al Pd: un suo brano per la campagna di Nicola Zingaretti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-05-22 14:48:05
Effetto contro producente.A meno che non indovini la nuova canzone giusta , tipo"Cosa vuoi da me"Questa sera non ti dicono no"..che il popolo impara subito senza allambiccarsi nei profondi significati.Comunque molti PD applaudiranno per dovere di militanza e tra loro sussurreranno"che pizza.." Come quando assaggiavano manicaretti in sottovetro provenienti da URSS..in cerimonie ed incontri di amicizia...mugolando di piacere papillare assaggiando stuzzichini molto acidi..Poi in incognito finita la cerimonia si fiondavano all'Hostaria.
2019-05-22 13:56:21
Poveretti...la fiorella ed il PD....patetici.
2019-05-22 13:46:47
Ecco di questa signora avremmo potuto anche farne a meno, un campo politico non è un autobus da cui si scende e si sale quando ci pare, un elettore di centrosinistra rimane tale per i valori che tale schieramento incarna, come la proprietà privata, la solidarietà, lo stato sociale, tenere sempre i porti aperti ai naufraghi, la presunzione di innocenza, la certezza della pena etc. mi chiedo cosa è cambiato da un anno a questa parte? Il PD è sempre lo stesso, non è diventato un partito comunista ( che Dio ce ne scampi) o forse questi si , radical chic hanno preso fischi per fiaschi credendo che Grillo, Casaleggio e la piattaforma Rousseau fossero il vero socialismo? In democrazia ognuno è libero di pensarla come vuole e cambiare anche opinione, ma che dei navigati politici come D'Alema, Bersani, Rossi, e tanti artisti come la Mannoia ci siano cascati dando in mano il paese a salvini e di maio dimostrano solo che spesso chi fa politica la fa pensando a ripicche o tornaconti personali e non al Paese.
2019-05-25 17:57:03
Riprovi a leggere quello che ha scritto,sopratutto la prima parte. Se alla fine non le scappa una fragorosa risata vorrà dire che ormai non c'è più nulla da fare . Auguroni.
2019-05-22 13:08:52
Vendersi al partito con piu' indagati e condannati nella storia della politica italiana, il PD. Ma sveglia, proprio.