Aperture domenicali, Confcommercio: «Sì alla riduzione, ecco le richieste del Veneto»

Domeniche aperte, Confcommercio  «Sì riduzione, le richieste venete»
​VENEZIA - «Un contenimento del numero di negozi aperti nei giorni festivi, oltre che per quella del personale, rappresenta la via maestra per la tutela del piccolo commercio, che continua a essere un valore anche sociale»  così il presidente di Confcommercio Veneto Massimo Zanon sulle dichiarazioni del ministro dello Sviluppo Economico e vicepremier, Luigi Di Maio, riguardanti lo stop alle aperture festive dei negozi.

“Il Veneto chiedeva 20-24 aperture su 54 festività dell'anno, escludendo dalle aperture le date più importanti del calendario – ricorda ancora Zanon - Credo si possa senz'altro arrivare a una mediazione che possa soddisfare imprese, lavoratori e cittadini, considerato anche i rischi a livello occupazionale, una mediazione che va condivisa a livello territoriale. Va tenuto conto, per inciso, che un giorno di chiusura festiva rappresenta per le imprese un risparmio in termini di costi fissi e di straordinari”.

VOTA IL SONDAGGIO 

“Bisogna a questo proposito trovare un equilibrio distinguendo i centri storici ad alta densità turistica da quelle zone che non hanno una vocazione di questo tipo”, conclude il presidente di Confcommercio Veneto.

Intanto la Lega ha precisato che la riduzione delle aperture domenicali non varrà nelle città turistiche 

Altri servizi sul Gazzettino di domani, 11 settembre 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 10 Settembre 2018, 16:18






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Aperture domenicali, Confcommercio: «Sì alla riduzione, ecco le richieste del Veneto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 41 commenti presenti
2018-09-11 14:26:54
Cosa mi tocca leggere...ma questo cosa vuole? Che un negozio faccia beneficenza? Se vogliono stare in un ambiente sicuro, che vadano in un patronato che le domeniche pomeriggio sono per lo più vuoti, anche se sono ambienti sicuri e climatizzati.
2018-09-11 14:29:48
Per quanto riguarda gli anziani, mi spiace dirtelo, ma per esperienza diretta posso dirti che sono i primi a forzare i fuoriorario, sebbene da anni non debbano più timbrare alcun cartellino...probabilmente perché non lavorando più, viene meno il rispetto per il lavoro altrui.
2018-09-11 09:26:52
Clara P. concordo con te, i centri commerciali sono aperti ormai fino alle 21 ed alcuni fino alle 22 perciò non mi si dica che non c'è il tempo per fare la spesa. Andarci di domenica e gironzolare spesso senza acquistare nulla non so a cosa serva, ci sono tantissimi posti da vedere e da visitare e i centri commerciali non sono certamente l'unica alternativa alla domenica. In Alto Adige i negozi sono chiusi addirittura già dal sabato pomeriggio e non è mai morto nessuno di fame né sono depressi perché non sanno dove andare. Nei luoghi turistici Di Maio non ha posto il veto ed anche lì tolti i periodi di punta per il resto dell'anno c'è il vuoto assoluto. Non capisco perché alcuni si incaponiscono col volere aperti a tutti i costi i negozi e centri commerciali per cose che non sono poi indispensabili. Diamo la possibilità a chi ha famiglia di stare coi propri cari com'è giusto che sia o forse qualcuno gode nel vedere gente costretta a lavorare anche nei giorni festivi. Nei periodi pre-Natale o Pasqua che si ci sta che un paio di domeniche siano aperti ma per il resto dell'anno, per favore, anche no
2018-09-11 08:27:34
Se si vuole chiudere i negozi perchè le famiglie devono stare assieme alla domenica allora si chiudano anche gli stadi di calcio,un buon padre di famiglia non va a vedere la partita all'ora di pranzo lasciando a casa moglie e figli,moglie che forse lavorava alla domenica in un centro commerciale, adesso costretta a restare a casa per colpa di qualche tifoso che ha fatto pressione per le chiusure domenicali,e non solo anche tutti i dipendenti ACTV hanno diritto di restare a casa alla domenica e festività assieme ai loro cari,forza tutti a piedi che vi fa bene,siete ridicoli grilli fastidiosi,sapete solo fare rumore,ma presto sparirete così come siete arrivati,basta avere un po di pazienza.L'elenco di chi vorrebbe restare a casa alla domenica è molto lungo,quindi lasciate che chi vuole aprire apra e chi non ha voglia di lavorare stia a casa e non rompa tanto gli zebedei,nessuno punta una pistola alla tempia a chi cerca lavoro per essere assunti.
2018-09-11 20:19:38
povero, spero che anche tu sia costretto a lavorare di domenica e vedere gruppi di fancazzisti che non hanno altre idee di dove andare se non al centro commerciale.