Meghan Markle ed Harry, battaglia legale alle porte: «Chiesta la registrazione del marchio Sussex Royal»

Domenica 12 Gennaio 2020 di Silvia Natella
Meghan Markle ed Harry, si preannuncia una battaglia legale: «Chiesta la registrazione del marchio»

La scelta di Meghan Markle e di Harry di rinunciare al titolo reale potrà portare molti vantaggi economici alla coppia, ma è in arrivo anche qualche grana. Non si tratta solo dell'ira di sua Maestà, la Regina Elisabetta, ma anche di qualche bega legale. Si parla, infatti, di una futura battaglia legale per il marchio Sussex Royal. Meghan ed Harry sono diventati Duchi di Sussex, il più alto titolo onorifico dopo quello di re e regina, dopo il matrimonio, ma vi hanno rinunciato per essere indipendenti economicamente.

È nota a tutti la loro volontà di lavorare, cosa che permetterà di guadagnare dalla loro immagine e popolarità, al netto dei doveri che lo status e il protocollo avrebbe imposto. Alle autorità europee sarebbe arrivata la richiesta di registrazione del brand da parte di un soggetto con base in Italia e residenza in Germania e per proteggere il loro potenziale marchio "Sussex Royal", Meghan e Harry potrebbero essere costretti a scendere il campo legalmente.

Secondo quanto riporta il quotidiano britannico Guardian, sembrerebbe inoltre che la richiesta sia stata avanzata giovedì a nome di Ui Phoenix Kerbl, il quale avrebbe approfittato delle notizie che stanno circolando in questi giorni. Qualche problema in più a fronte dei numerosi guadagni potenziali. La decisione farebbe onore all'astuzia e intelligenza di Meghan Markle, un po' meno a quella di Harry. Il secondogenito di Lady Diana non è nato per lavorare e andando a vivere in Canada potrebbe finire succube della moglie e allontanarsi definitivamente dalla sua famiglia e dal fratello. 

A chi si preoccupava del futuro economico della coppia hanno risposto i pubblicitari. L'aver rinunciato ai titoli e al ruolo nella Famiglia Reale avrà qualche conseguenza, ma sarà più redditizio del previsto. La coppia ha annunciato di voler lavorare, di essere libera e di voler provvedere autonomamente al proprio sostentamento. Essere svincolati dall'incubo del protocollo e degli impegni ufficiali darà loro modo di guadagnare molto di più. E c'è chi li accusa di voler i privilegi della loro condizione e non i doveri, quasi come fu per re Edoardo VIII, che abdicò per amore della sua Wallis, ma riuscì a guadagnare con interviste e copertine. All'epoca però non c'erano i social e gli influencer. 

Ultimo aggiornamento: 14:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA