Vicenza, bimba cade in una grotta in un pozzo di 15 metri: salvata

Sabato 13 Marzo 2021
foto

Una disavventura a lieto fine. Gli uomini del Soccorso Alpino hanno tratto in salvo questo pomeriggio una bambina di 4 anni che era caduta dentro un un pozzo profondo 15 metri, in una galleria della Grande Guerra, sul Monte Grappa. Con la famiglia, padre, madre e 4 bambini, era in passeggiata lungo la strada delle Penise. Incuriosita da una grotta che portava ad una trincea, la famiglia è entrata nella galleria, un tunnel di una cinquantina di metri che termina in un pozzo, profondo 15. Nell'oscurità la bimba non si è accorta dell'apertura e vi è caduta dentro. È stata salvata dal Soccorso alpino. Avrebbe riportato solo un trauma al mento e ad un polso.

Solo la fortuna e la preparazione degli uomini del Soccorso Alpino hanno evitato che finisse in tragedia la gita di una bimba di 4 anni, che durante una passeggiata con la famiglia sul Monte Grappa, è precipitata in un pozzo profondo una quindicina di metri. L'allarme è scattato nel pomeriggio, a Solagna (Vicenza), e il messaggio giunto alla centrale del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa era di quelli da far rabbrividire: l'allerta era per una bambina caduta per qualche metro in una trincea del Monte Grappa. La realtà era ancora peggiore, perchè il buco nel quale era caduta la piccola arrivava a quasi 15 metri. La famiglia di Romano d'Ezzelino (Vicenza), madre, padre e 4 bambini, durante una passeggiata lungo la Strada delle Penise era entrata in una galleria della Grande Guerra, che penetra nella montagna per una cinquantina di metri e termina in un profondo pozzo aperto nel terreno. Ed è qui che la bimba di 4 anni, non vedendo il pericolo nell'oscurità, era caduta. Scattato l'allarme lanciato dai genitori, l'elicottero del Suem di Treviso emergenza è giunto sul posto e ha sbarcato un'equipe medica e un tecnico di elisoccorso. Il gruppo si è inoltrato nella galleria, mentre l'eliambulanza volava a imbarcare tre soccorritori in supporto alle operazioni - saliti poi fino all'ingresso della grotta con l'ambulanza del Suem - Il tecnico di elisoccorso ha allestito un ancoraggio, mentre le bambina da sotto, in contatto con la mamma, rispondeva e si mostrava collaborativa. Uno dei tecnici è quindi stato calato nel pozzo, ha raggiunto e assicurato la bimba ,dotandola di caschetto, e assieme sono stati recuperati. Dopo che il personale medico le ha prestato le prime cure per un probabile trauma al mento e al polso, assieme ai Vigili del fuoco è stato completato il recupero. La piccola è stata quindi imbarcata sull'elicottero e trasportata all'ospedale di Treviso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA