Spagna, da oggi consentito l'ingresso ai vaccinati: validi anche test antigenici per chi non ha completato il ciclo

Lunedì 7 Giugno 2021
Spagna, da oggi consentito l'ingresso ai vaccinati: validi anche test antigentici per chi non ha completato il ciclo

In Spagna da oggi è consentito l'ingresso ai turisti che hanno completato il ciclo di vaccinazione contro il Covid con uno dei preparati approvati dall'Ema o dall'Oms. A certificare l'avvenuta immunizzazone si richiede una valida documentazione, che permetterà l'ingresso nel Paese senza restrizioni. Lo stabiliscono due ordinanze, una del ministero dell'Interno e uno di quello della Sanità, già pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale. I vaccini accettati sono Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson, Sinopharm y Sinovac-Coronavac (gli ultimi due approvati dall'Oms), secondo i media iberici. Il ciclo dev'essere terminato da almeno 14 giorni. Le persone intenzionate a recarsi in Spagna devono comunque ottenere un codice QR dal sito https://www.spth.gob.es/. Rimangono in vigore le restrizioni per chi arriva da Brasile, Sudafrica e India.

VALIDI ANCHE I TEST ANTIGENICI - La Spagna cambia le regole di accesso da altri Paesi per cercare di rendere più semplici le visite dall'estero, in particolare per i turisti: da oggi sono considerati validi anche i risultati negativi al coronavirus di test rapidi (quelli antigenici) e non solo di tamponi molecolari. La presentazione di un risultato negativo è obbligatoria per le persone in arrivo da altri Paesi dell'Unione Europea e dell'area Schengen che non hanno ancora completato il ciclo di vaccinazione. 

Ultimo aggiornamento: 8 Giugno, 09:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA