Terrorismo, ricercato afgano a Parigi: «Rischio attacco imminente»

PER APPROFONDIRE: isis, parigi, terrorismo
Terrorismo, ricercato afgano a Parigi: «Rischio attentato imminente»
Un richiedente asilo afgano che potrebbe compiere un attentato «imminente» a Parigi è attivamente ricercato dalla polizia francese: è quanto scrive oggi il quotidiano MetroNews precisando che dell'individuo non si hanno né il nome né il cognome, ma solo una foto segnaletica trasmessa alle forze dell'ordine. L'uomo ricercato dalla polizia sarebbe in Francia da «due mesi», transitato per un «campo rifugiati», prosegue il giornale. La «scheda segnaletica» è stata diffusa ieri a tutti i servizi di polizia dell'agglomerato urbano di Parigi.

Nella scheda segnaletica trasmessa all'insieme delle forze dell'ordine di Parigi, precisa una fonte di polizia citata da MetroNews, si parla di un individuo che potrebbe compiere un «attentato imminente». Secondo il giornale, le autorità hanno avviato le indagini su questo individuo il 31 luglio scorso, dopo aver ricevuto una «informazione» su di lui. Secondo il settimanale Le Point - che ieri ha rivelato per primo l'esistenza della scheda segnaletica - le minacce riguardano soprattutto Paris-Plages, la grande spiaggia di sabbia fina allestita ogni estate sulle Rive della Senna e al Bassin de la Villette. Ma fonti giudiziarie citate da MetroNews precisano oggi che «non ci sono minacce particolari su Paris-Plages.

Il dispositivo di sicurezza resta lo stesso, al livello massimo. Nel contesto attuale sono l'insieme della capitale e della Francia ad essere minacciate». Sulla scheda non vengono segnalati obiettivi precisi. È invece scritto che l'individuo potrebbe agire nel «centro» di Parigi o «altrove». «La diffusione di questo tipo di schede segnaletiche non è raro, ma non possiamo dire di averne tutte le settimane», commenta un altro poliziotto citato da MetroNews.

La questione è stata evocata ieri mattina nel corso della riunione settimanale tra il prefetto di polizia e i suoi direttori. Sempre ieri il ministro dell'Interno, Bernard Cazeneuve, ha detto che manifestazioni e raduni estivi sono oggetto di «un'attenzione particolare». Le condizioni di sicurezza vengono definite in «stretto legame» con i prefetti e le città organizzatrici dei vari eventi estivi. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 4 Agosto 2016, 15:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Terrorismo, ricercato afgano a Parigi: «Rischio attacco imminente»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2016-08-05 11:46:14
comunque dicevano che all'Afghano (Film "BEAST OF WAR") basta dire "NANAWATAI" per i Pakistani non saprei..
2016-08-04 19:45:11
a dir la verità non è che 'sta storia di "afghani" improvvisamente dediti alla global jihad mi convinca molto. ribadisco che spacciarsi per afghani non è difficile per molti pakistani, e che auto-dichiararsi "afghano" comporta un indiscutibile, maggior vantaggio nell'ottenere lo status di rifugiato. stemeben:)
2016-08-04 18:35:38
e continuano a dire ke non arrivano assieme ai clandestini ...siamo tutti in grande pericolo
2016-08-04 17:30:07
## Poverino,chissa' da quale campo rifugiati proveniva,forse in Tasmania ? ! Eh si,si.