Covid, in Brasile oltre 330mila vittime: è secondo (dopo gli Usa) per numero di contagi e morti

Domenica 4 Aprile 2021
Covid, in Brasile oltre 330 mila vittime: è secondo (dopo gli Usa) per numero di contagi e morti

Il Brasile è il secondo Paese al mondo per numero di contagi e di morti, il cui bilancio ha superato quota 330mila vittime: è quanto emerge dallo studio della Johns Hopkins University, secondo cui dall'inizio della pandemia il Paese ha registrato un totale di 330.193 decessi accertati dovuti al Covid a fronte di 12.953.597 casi di contagio. Il Brasile, che aveva superato la soglia dei 300mila morti lo scorso 24 marzo, è il secondo Paese al mondo dopo gli Stati Uniti (oltre 30 milioni di contagi e 500 mila decessi) sia per numero di infezioni, sia per numero di vittime in termini assoluti. 

La situazione drammatica dello stato governato da Bolsonaro ha avuto effetti soprattutto a Sao Paulo, dove nell'ultima settimana si sono iniziati a riesumare i cadaveri per far posto alle nuove vittime da coronavirus. Con la sanità pubblica è al collasso, l'unico aspetto positivo arriva dallo Stato di Amazonas ha registrato un calo dell'80% nel numero di morti per Covid a marzo rispetto a gennaio. Una delle spiegazioni di questa diminuzione è la chiusura del commercio non essenziale dal 2 gennaio, a causa della seconda ondata. L'allentamento è iniziato il 22 febbraio. Un altro fattore che può spiegare questo calo del numero di morti è la vaccinazione.

Covid, positivo gira per la città cercando di diffondere il virus toccando maniglie e oggetti in Brasile: arrestato (due volte)

Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA