Alessia Piperno, rivolta nel carcere di Evin dove è detenuta: 4 morti e 61 feriti dopo un incendio. La Farnesina: sta bene

La Farnesina si è subito attivata per avere notizie della ragazza

Domenica 16 Ottobre 2022
Alessia Piperno, rivolta nel carcere di Evin dove è detenuta: 4 morti e 61 feriti dopo un incendio

Quattro detenuti sono morti e 61 sono rimasti feriti in seguito all'incendio scoppiato ieri nel carcere di Evin, in Iran. Lo ha comunicato l'autorità giudiziaria iraniana, come riportano i media internazionali. La prigione è la stessa dove è detenuta Alessia Piperno, reclusa dal 28 settembre dopo il suo arresto. La ragazza italiana detenuta sta bene. Lo rende noto la Farnesina, in contatto con l'ambasciata italiana a Teheran.

Alessia Piperno, incendio e spari nel carcere Evin a Teheran dov'è detenuta la 30enne romana

Alessia Piperno, Teheran fa muro sulla liberazione della travel blogger romana

La Farnesina si era subito attivata per avere notizie della Piperno. Dal ministero fanno sapere che la situazione viene monitorata costantemente. La ragazza, comunque, è ancora detenuta a Evin, ma dovrebbe trovarsi in un'ala non coinvolta dal rogo. Alcuni attivisti iraniani che hanno ripreso le immagini, però, danno notizie opposte: sarebbero andati a fuoco i reparti dei prigionieri e delle prigioniere politiche, l'edificio culturale e il reparto di coloro che hanno commesso reati finanziari. «Tutti i prigionieri sono in pericolo», scrive in un tweet un attivista.

La rivolta è scoppiata nelle aree 7 e 8 del carcere: quelle destinate ai prigionieri politici. Alessia, fortunatamente, si trova nella sezione femminile. Secondo l'Irna, durante gli scontri e l'incendio di ieri, alcuni prigionieri hanno tentato di fuggire, ma sono stati bloccati. I quattro detenuti sono morti per aver inalato il fumo provocato all'incendio scoppiato ieri, in seguito a una rivolta, ha reso noto Mizan, l'autorità giudiziaria, aggiungendo che dei 61 feriti 4 sono gravi, mentre circa 70 altri detenuti sono stati tratti in salvo.

 

Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 10:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci