Salone del Libro di Torino, nel padiglione Oval lo stand della Regione Lazio con una selezione di case editrici

Venerdì 20 Maggio 2022
Salone del Libro di Torino, nel padiglione Oval lo stand della Regione Lazio con una selezione di case editrici

Cuori Selvaggi” è il titolo della 34esima edizione del Salone del libro che, da giovedì 19 maggio a lunedì 23 maggio, sarà protagonista all’interno del Centro Congressi Lingotto di Torino. L’annuale occasione che riunisce tutta la filiera del libro (case editrici, scrittori, librai, bibliotecari, agenti, illustratori…), torna ad accogliere i grandi nomi della scena culturale mondiale. La Regione Lazio è da sempre vicina alle case editrici del territorio con l’obiettivo di valorizzare l’industria dell’editoria regionale, anche sostenendo la partecipazione degli editori alla principale manifestazione internazionale del settore che si svolge in Italia. Per questo la Regione Lazio, assieme a Unioncamere Lazio e Camera di Commercio di Roma, è presente nel padiglione “Oval” con una selezione di case editrici del Lazio:

Carlo Gallucci editore - propone libri di grandi autori, artisti e musicisti per bambini e giovani. Nel suo catalogo sono presenti i marchi: Lìbrido Gallucci con libri-ibridi; Gallucci Kalimat con volumi dal testo italiano e arabo e Gallucci Bros con narrativa e saggistica. L'orma editore - casa editrice di progetto che porta in Italia alcune delle voci più vive del panorama letterario di lingua francese e tedesca. A caratterizzarla sono la ricerca di testi ad alta tensione linguistica, la cura delle traduzioni e una veste grafica autorevole ed elegante. Gremese International - casa editrice specializzata in libri di cinema, danza, spettacolo, narrativa di qualità, manualistica e attualità (GREMESE). Con il marchio L'Airone, invece, le pubblicazioni si rivolgono a temi dedicati al tempo libero, quali l'umorismo, i giochi, gli enigmi, lo sport e hobby.

La Ragnatela Editore - nasce nel 2015 con l’intento di dare voce agli scrittori emergenti. Con un catalogo in continua crescita, da sempre partecipa ai principali Saloni nazionali e internazionali del Libro da Francoforte a Torino, a Più Libri Più Liberi nella Capitale. New Books - gruppo editoriale specializzato, sin dal 1978, nella pubblicazione di manuali, saggi e libri illustrati dedicati a salute, musica, sport, arte, esoterismo, umorismo, turismo, cucina e tempo libero. Voland - russi, bulgari, romeni, polacchi ma anche francesi, portoghesi, tedeschi: Voland è impegnata da oltre 25 anni a far scoprire ai lettori italiani le grandi letterature ancora poco frequentate, curandone in modo particolare le traduzioni.

All Around - nata nel dicembre 2014, ha conosciuto negli ultimi due anni una significativa crescita, sia di fatturato sia di proposte editoriali. Sono circa 50 i titoli che pubblica ogni anno, che vanno dalla storia del giornalismo alla saggistica, alla narrativa per adulti e bambini. Tunue' - fondata nel 2004, pubblica graphic novel per lettori junior e adulti, nonché saggistica dedicata al fumetto, all’animazione e ai fenomeni pop contemporanei. Dal 2018 fa parte del gruppo Il Castoro, contribuendo a formare un polo innovativo nel mondo del graphic novel italiani.

“È bello tornare a partecipare al Salone Internazionale del Libro di Torino portando la qualità, l’esperienza e la grande forza dell’editoria del Lazio – spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - I mondi della cultura, del libro e della creatività saranno tra i grandi motori della rinascita italiana. La pandemia prima, e ora la guerra in Ucraina, ci rimettono di fronte ad una grande urgenza: quella di riportare al centro della nostra società la cultura e il sapere come antidoto contro odio e ignoranza e, insieme, come strumento fondamentale per lo sviluppo. Noi dal mondo del libro ci aspettiamo un contributo determinante alla crescita culturale ed economica. Saremo quindi a Torino per celebrare l’amore per i libri e incontrare le tante realtà che operano nel settore dell’editoria. Abbiamo il dovere di sostenere chi i libri li crea, chi li pubblica e chi li legge. Per questo, la Regione Lazio finanzia i buoni libro diretti agli under 30, da spendere in oltre 120 librerie indipendenti in tutto il Lazio; sosteniamo economicamente il tessuto dei piccoli e medi editori; promuoviamo la lettura e i luoghi ad essa dedicati, a partire dalla rete delle biblioteche; aiutiamo le piccole librerie a riqualificarsi e favoriamo percorsi extrascolastici organizzati dalle case editrici. La battaglia per favorire la diffusione di conoscenza e cultura è una grande missione democratica e civile di quest’epoca”.

“Sono davvero lieta di poter essere al Salone internazionale del libro di Torino e partecipare a due momenti dedicati alle deleghe dell'Assessorato che mi onoro di rappresentare – afferma Enrica Onorati, Assessora Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Pari Opportunità della Regione Lazio - Uno incentrato sull’intreccio fra la cultura della parità di genere e gli spazi urbani. Un nodo in cui si inserisce con urgenza il netto contrasto alla violenza contro le donne e agli stereotipi su cui questa si fonda, offrendo l’occasione per presentare l'importante lavoro fatto in questi anni dalla Regione Lazio e per rilanciare con rinnovato impegno nuove linee progettuali. L'altro di narrazione della cultura del cibo, intendendola non solo come conoscenza dei prodotti tipici e tradizionali e delle DO del Lazio, ma anche come elemento di conoscenza della storia di un territorio e della sua gente, di salvaguardia di un patrimonio storico che non dimentica le sue radici nel guardare avanti e lontano".

“La lettura aiuta a conoscere, a promuovere il dialogo e quindi a costruire una società migliore – sottolinea Paolo Orneli, assessore allo Sviluppo Economico, commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Startup e Innovazione della Regione Lazio – Da anni la Regione Lazio sostiene le piccole case editrici e le librerie indipendenti del territorio con contributi a fondo perduto perché crede nella strategicità di questo settore per la diffusione della conoscenza”.

 

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci