Il carica batteria della bici elettrica innesca l'incendio: tutto distrutto

PER APPROFONDIRE: incendio, tezze sul brenta, vicenza
Il carica batteria della bici elettrica innesca l'incendio: tutto distrutto
TEZZE SUL BRENTA (VICENZA) - Fiamme in garage, distrutta auto e bici. Alle 12.40, di oggi sabato 8 settembre,  i vigili del fuoco sono intervenuti in via Brega a Tezze sul Brenta per un incendio divampato all’interno di un piccolo capannone di circa 150 metri quadri, adibito a garage della vicina abitazione. Nel rogo sono bruciate un’auto e una bici elettrica, ma l'intero ambiente era annerito dal fumo.  I pompieri arrivati da Bassano con due automezzi hanno spento le fiamme, evitando il coinvolgimento a un’altra autovettura portata fuori in tempo e un camper.   Le cause dell’incendio sono  al vaglio dei vigili del fuoco potrebbero essere state innescate da un’anomalia elettrica, durante il caricamento della batteria della bici elettrica. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 8 Settembre 2018, 18:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il carica batteria della bici elettrica innesca l'incendio: tutto distrutto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-09-09 20:22:33
bellino andare in bici, peccato sia diventato uno sport estremo, oramai
2018-09-09 16:27:25
├ł un peccato ottenere tanti bravi ingegneri qui a commentare invece che progettare
2018-09-09 19:33:05
Peccato anche avere poca confidenza con la calcolatrice e bersi ogni panzana tecnologica spacciata per "il futuro"...
2018-09-09 15:12:32
Rimane un dubbio: la corrente elettrica per la ricarica come viene prodotta?Se tutte le auto fossero elettriche e ricaricassero di notte, le centrali andrebbero al rilento come ora o al massimo della potenza, giorno e notte?Sarebbero sufficienti fotovoltaico ed eolico o si consumerebbe in centrale il petrolio che non si brucerebbe nei motori??
2018-09-09 19:37:01
Col eolico e fotovoltaico (che di notte ovviamente non funziona) non ci accendi nemmeno i fari, figuriamoci ricaricarle... bisognerebbe produrre l'extra di energia con altro petrolio o gas e a quel punto, tanto vale usare il motore a scoppio. Non parliamo neanche delle infrastrutture elettriche necessarie a portare quelle energie nelle nostre case, all'autonomia risicata, alla lentezza di ricarica, ai costi, alla durata delle batterie...