Attribuisce la paternità ad un amico su Facebook, ma lui la denuncia

PER APPROFONDIRE: bimbo, denuncia, facebook, neonato, taggare, vicenza
Attribuisce la paternità ad un amico  su Facebook, ma lui la denuncia
VICENZA - Scherzare con commenti e foto su Facebook può essere pericoloso, la vicentina J.D.G. di 29 anni sarà chiamata in tribunale per difendersi dall’accusa di diffamazione aggravata. Da fine novembre 2016 la giovane donna è mamma di un bambino, con padre ignoto: felice del suo nuovo stato pubblicò all’epoca su Facebook delle foto del neonato e scrivendo di essere “innamorata” taggò un suo amico, A.M. 42enne di Longare. Molti utenti di Facebook nel vedere abbinate le due foto pensarono che A.M. fosse il padre.

Lui non gradì, tanto da presentare denuncia contro la donna che si è difesa dichiarando che il tutto è un equivoco, che il termine “innamorata” era riferito al figlio e che taggò più di un amico, con A.M. a comparire per primo per una ragione alfabetica. Difesa dall’avv. Paola Ragazzo la mamma J.D.G. dovrà dimostrare in tribunale l’equivoco e quindi la sua innocenza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 14 Maggio 2018, 11:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Attribuisce la paternità ad un amico su Facebook, ma lui la denuncia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-05-15 10:35:53
Facebook è stato inventato per dare un'occupazione ovviamente non retribuit:a agli idioti perditempo
2018-05-15 10:35:08
Facebook è stato inventato per dare un'occupazione ovviamente non retribuita
2018-05-14 18:09:37
A quanto si legge, l'attribuzione di paternita' sarebbe solo "suggerita" dall'abbinamento delle immagini su facebook: A mio avviso questa lite non e' esattamente fondata sul granito.
2018-05-14 15:46:07
Mamme razza astico, quelle che ti appioppano i pargoli...hahahahahaahahahahaahahahhahaahahahahaha.....continua a rodere enrico..ciao enrico..ciao e esegna..ciao.
2018-05-14 14:49:12
Mamma felice, ma poco intelligente davvero.