Spezzano il collo al cigno reale, la compagna muore di crepacuore

PER APPROFONDIRE: cigno femmina, morta, recoaro, solitudine, vicenza
Spezzano il collo al cigno reale, la compagna muore di crepacuore
RECOARO TERME - La Città della "Conca di Smeraldo" ha perso in tre giorni la coppia di cigni che viveva da attrazione per ragazzini e adulti nel laghetto superiore del parco pubblico. Venerdì 3 maggio è stato trovato morto, con il collo spezzato da qualche vandalo, il cigno reale maschio, con ira del web e del sindaco Davide Branco sulla pagina Facebook del Comune. Ieri sera 5 maggio nel laghetto è stato notato senza vita il corpo dell’esemplare femmina, recuperato sotto gli occhi del primo cittadino, privo di lesioni. L’animale è morto probabilmente di solitudine, con decine di commenti sui social. I cigni sono animali che vivono in coppia, una volta trovato il partner restano fedeli: alcuni esemplari persino dopo la morte del compagno non cercano di ricostituire una coppia.

Giovane sciacallo dorato investito e ucciso: è la quinta vittima in Friuli quest'anno

I due esemplari verranno inviati all'Istituto zooprofilattico delle Venezie per le analisi previste in casi simili, anche dopo gli accertamenti e la relazione stilata dai carabinieri forestali, competenti in episodi del genere e intervenuti sul posto per le indagini. «A noi interessa capire in che modo è morto l'esemplare maschio. Il timore è che possa essere stato ucciso, nel qual caso presenteremo una denuncia verso ignoti» dice il sindaco di Recoaro Terme, Davide Branco. «Non vogliamo accusare nessuno senza esserne sicuri - prosegue - Il cigno potrebbe essersi ferito da solo, magari mettendo la testa nella ringhiera in ferro. A colpire è stato il fatto che la sua compagna, da subito, si è letteralmente lasciata andare». «Ma questa famiglia di cigni - aggiunge - continuerà a vivere nel nostro comune, visto che in un altro specchio d'acqua, situato un pò più in basso, vivono i loro due figli. Dopo le pulizie del laghetto saranno spostati qui, prendendo il posto dei genitori. Saranno loro l'attrazione per i turisti nell'imminente estate, come lo sono stati per molti anni i loro "vecchi"». 

I piccoli della cicogna nascono con l'incubatrice
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 6 Maggio 2019, 15:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spezzano il collo al cigno reale, la compagna muore di crepacuore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2019-05-10 11:25:30
Adesso cercate di trovarlo con lo stesso impegno come si trattasse di uno stupratore e poi fatelo lavorare presso il parco gratuitamente dove tutti possano vederlo in modo da essere additato e considerato tale per ciò che è
2019-05-08 13:56:22
infami è dir poco
2019-05-07 13:40:03
Fosse vero non c'è che da constatare la tristezza nella mancanza di rispetto per la vita e la natura in generale.
2019-05-07 08:57:27
Non sarebbe la prima volta che i cigni fanno le spese di delinquenti vigliacchi e sadici, basta scorrere le cronache; anche se la sostanza non cambia, speriamo che non sia questo il caso. E in quanto al discorso del "crepacuore" non sono rari i casi di animali (specie cani) che alla morte del padrone cadono in uno stato di prostrazione che può portarli alla morte, anche qua basta informarsi.
2019-05-06 23:31:19
E come nella maggior parte dei casi...anche stavolta l’uomo si è dimostrato la peggior bestia!! Spero che il colpevole legga (almeno questo mio commento) e si vergogni nel più profondo della sua persona...xke di anima non si può parlare, un essere così ignobile non può di certo avere 1 anima... Quando leggo queste tristi notizie, mi vergogno di far parte del genere umano!!