Euro 2020, l'Uefa allarga la rosa dei convocati in Nazionale a 26 giocatori

Martedì 4 Maggio 2021
Euro 2020, l'Uefa allarga la rosa dei convocati in Nazionale a 26 giocatori

Si allarga la rosa dei convocati per le Nazionali di calcio che si sfideranno agli Europei di calcio. La Uefa ha infatti autorizzato le squadre, che scenderanno in campo dall'11 giugno all'11 luglio, a convocare 26 giocatori invece dei consueti 23, per far fronte ai rischi di contaminazione e quarantena da Covid. Il primo a chiedere un allargamento del gruppo era stato il ct dell'Italia, Roberto Mancini. «Sul referto di ogni partita - specifica l'Uefa - dovranno comparire solo 23 giocatori «per ogni incontro», specifica la federcalcio europea in un comunicato. I selezionatori potranno modificare questa lista durante il torneo grazie ai tre giocatori in più.

Euro 2020, l'allarme: le 11 città perderanno 194 milioni di euro

La decisione

«Al fine di mitigare i rischi - si legge in una nota ufficiale - delle squadre che devono affrontare una carenza di giocatori disponibili per determinate partite a causa di possibili risultati positivi ai test Covid e alle successive misure di quarantena ordinate dalle autorità competenti, è stato deciso di aumentare eccezionalmente l'elenco dei giocatori per tutte le squadre partecipanti a 26 giocatori», così l'Uefa. Tuttavia il numero massimo consentito sul foglio di gara per ogni singola partita resterà di 23 giocatori (in conformità con la Legge 3 delle Regole di Gioco Ifab che consente di nominare un massimo di 12 sostituti per le partite della nazionale, di cui tre portieri.

Il Covid

Una volta presentata la lista giocatori il primo giugno 2021, la normativa vigente consente sostituzioni illimitate sulla lista giocatori in caso di grave infortunio o malattia prima della prima partita, a condizione che le sostituzioni siano certificate dal punto di vista medico. Per motivi di chiarezza, i giocatori che sono risultati positivi al Covid o che sono stati dichiarati come «contatti stretti» di una persona positiva, e quindi messi in isolamento, per decisione delle autorità sono considerati 'casi di grave malattià e può quindi essere sostituito prima della prima partita con l'approvazione dell'amministrazione Uefa. Il nuovo regolamento consentirà ora anche la sostituzione dei portieri prima di ogni partita durante il torneo in caso di incapacità fisica anche se uno o due portieri della lista giocatori sono ancora disponibili. Per garantire l'integrità della competizione, un giocatore che è stato sostituito nella lista dei giocatori non può essere riammesso nella stessa.

Europei con il pubblico: domani Gravina (Figc) sarà a Palazzo Chigi: «Sono ottimista»

Ultimo aggiornamento: 13:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA