Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Premier, focolaio nel Wolverhampton: rinviata la partita con l'Arsenal. Boxing day: 6 gol del City e vittoria per Conte

Lunedì 27 Dicembre 2021
Arteta

Ancora un stop in PremierArsenal-Wolverhampton, in programma domani all'Emirates Stadium, è stata rinviata a causa del focolaio di Covid in seno alla squadra ospite. Lo ha ufficializzato la lega con una nota in chi si spiega che «il Wolverhampton è infatti alle prese con un focolaio Covid piuttosto esteso e con degli infortuni, e di conseguenza non ha un numero sufficiente di giocatori a disposizione, 13 più un portiere, per scendere in campo secondo il protocollo del campionato».

BOXING DAY

La Premier League fa insomma i conti con l'incubo del Covid, ma non si ferma. Così, anche se in forma ridotta per il rinvio di tre partite (Liverpool-Leeds, Wolverhampton-Watford e Burnley-Everton), i club di Premier League sono andati in campo per la disputa delle tradizionali partite del 'boxing day', e pur perdendo per strada altri protagonisti, positivi all'ultimo tampone prima di scendere in campo, come il tecnico del Crystal Palace Patrick Vieira e il terzetto dell' Arsenal Cedric, Tomiyasu e Maitland-Niles (quest'ultimo obiettivo di mercato della Roma), tutti positivi al virus. Ma gol e spettacolo non sono certo mancati, in primis nella pazza partita dell'Etihad Stadium in cui dopo appena 25 minuti il Manchester City di Pep Guardiola già vinceva per 4-0 contro il malcapitato Leicester. Sembrava una passeggiata per il City-show e invece le Foxes rialzavano la testa e segnavano tre reti. I gol, entrambi su azione partita da corner, di Laporte e Sterling hanno riportato i Citizens a distanza di sicurezza per un tennistico 6-3 finale che ha regalato alla squadra del Pep la nona vittoria consecutiva.

DUE GOL SU RIGORE PER JORGINHO

Fermo il Liverpool, ha invece giocato il Chelsea terzo in classifica con Jorginho e Lukaku nei panni dei mattatori. Sul campo dell'Aston Villa, il belga si è 'ripresò la squadra andando a segno e procurando un rigore nei minuti di recupero; Jorginho invece, come già fece contro il Leeds, dal dischetto ha fatto centro due volte aumentando i rimpianti in chiave azzurra e qualificazione diretta al Mondiale mancata. Al Villa Park è finita 1-3 e i Blues sono sempre a -9 dal City. Nelle altre partite di Santo Stefano, tutto facile per il Tottenham di Antonio Conte, che batte 3-0 il Crystal Palace (in dieci nel secondo tempo per l'espulsione di Zaha) in uno dei tanti derby di Londra, mentre un altro club della capitale, l' Arsenal, passeggia e rifila la 'manità (5-0) al derelitto Norwich. Perde invece il West Ham, battuto in casa 3-2 dal Southampton e ora gli Hammers sono stati scavalcati dagli Spurs di Conte. Intanto una buona notizia per i club della Premier è arrivata dalla Fifa, che ha concesso loro di tenere fino al 3 gennaio i calciatori convocati dalle rispettive nazionali. Buon soprattutto per il Liverpool, che domenica 2 gennaio potrà quindi disporre di Mané e Salah nel big match contro il Chelsea.

Ultimo aggiornamento: 10:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA