Devis Mangia sospeso da c.t. di Malta, media locali: «Accusato di molestie sessuali su un calciatore»

Mangia in Italia ha allenato il Palermo, la nostra nazionale under-21, lo Spezia, il Bari e l'Ascoli, prima di "emigrare" all'estero

Martedì 27 Settembre 2022
Devis Mangia sospeso da c.t. di Malta, media locali: «Accusato di molestie sessuali su un calciatore»

Devis Mangia nella bufera. L'allenatore italiano, attualmente alla guida della nazionale maltese, è stato sospeso dalla federazione a seguito di «una segnalazione ricevuta su una presunta violazione delle sue politiche». Le motivazioni non sono state rese note ufficialmente, almeno fino a quando gli organi decisionali competenti non avranno fatto chiarezza sull'accaduto «in modo aperto e trasparente». Mangia, inoltre, si è detto disponibile a collaborare per l'accertamento dei fatti in questione. La guida della nazionale di Malta, che questa sera affronterà Israele, è stata affidata temporaneamente al vice-allenatore Davide Mazzotta.

Mangia sospeso dalla nazionale maltese: cosa è successo?

Ma cosa è successo? Secondo quanto riporta "Times of Malta", un calciatore della nazionale avrebbe accusato Mangia di molestie sessuali nei suoi confronti. Il giornale maltese sostiene che il giocatore avrebbe denunciato una «cattiva condotta sessuale» dell'allenatore nei suoi confronti. La segnalazione sarebbe stata inviata alla federazione calcistica maltese nella giornata di domenica. Citando fonti della federazione, l'accusa sarebbe stata presa «molto sul serio» e verrà quindi istituita una commissione disciplinare indipendente per esaminare la questione e dare la possibilità al c.t. di difendersi.

Mangia allena la nazionale maltese dal 2019 ed è sotto contratto fino al 2023. Alla guida di Malta, il tecnico italiano è riuscito a conseguire una serie di buoni risultati che hanno portato la formazione dal 184esimo al 169esimo posto nel ranking mondiale Fifa. Mangia in Italia ha allenato il Palermo, la nostra nazionale under-21, lo Spezia, il Bari e l'Ascoli, prima di "emigrare" all'estero, prima in Romania e poi a Malta.

Ultimo aggiornamento: 19:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci