Balotelli, sfogo a Le Iene: «Io italiano, dovrei tornare in Nazionale. Ho accusato pochi scemi, non Verona»

Martedì 5 Novembre 2019
Balotelli, sfogo a Le Iene: «Io italiano, dovrei tornare in Nazionale. Ho accusato pochi scemi, non Verona»

«Non dico che sono diverso dagli altri giocatori a cui hanno fatto gli stessi cori, gli stessi ululati ma il problema è che io sono italiano, dovrei tornare in Nazionale»: lo dice Mario Balotelli in un estratto dell'intervista rilasciata a Le Iene e in onda questa sera. «I pochi, perché ripeto sono sempre pochi gli scemi - aggiunge Balotelli - ma ci sono, che lo hanno fatto sono delle teste di ca***. A sfondo razzista non ci sta, non c'è mai stato e mai ci starà».

Razzismo, Gravina: «Balotelli in Nazionale sarebbe un bel segnale»

Balotelli, indagine per discriminazione razziale, il Verona caccia l'ultrà sino al 2030

Razzismo, il Comune di Verona: «Balotelli va denunciato»

«Non è bello ma non ho accusato il Verona, non ho accusato la Curva del Verona. Ho accusato pochi scemi che lo hanno fatto e li ho sentiti. Ho accusato quei cogl***i e basta. Di sicuro non erano due o tre perché li ho sentiti dal campo. Dico la verità: lo stadio del Verona e i tifosi del Verona - aggiunge - mi stanno anche simpatici con i loro sfottò. Ma se vuoi distrarre un giocatore, lo puoi fare in mille modi ma non così. Così non va bene. Così non ci siamo».

Ultimo aggiornamento: 20:02


© RIPRODUZIONE RISERVATA