Covid, l'Iss: «Rt scende ancora: è 0,89. Incidenza in calo, diminuiscono ricoveri e terapie intensive»

Venerdì 11 Febbraio 2022
Covid, l'Iss: «Rt scende ancora: è 0,89. Incidenza in calo, diminuiscono ricoveri e terapie intensive»

Covid: dall'Iss nuovi segnali di attenuazione della pandemìa. Cala a 0,89 questa settimana il valore dell'indice di trasmissibilità Rt, dunque stabilizzandosi sotto la soglia di allerta dell'unità, rispetto al valore di 0,93 della scorsa settimana. In diminuzione anche il valore dell'incidenza di casi di Covid-19: questa settimana è pari a 962 casi per 100mila abitanti, rispetto a 1362 della corsa settimana. È quanto emerge, secondo quanto si apprende, dal monitoraggio settimanale del ministero della Salute-Istituto Superiore di Sanità.

Il tasso di occupazione in terapia intensiva «è al 13,4% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 10 febbraio) contro il 14,8% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 3 febbraio). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale è al 26,5% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 10 febbraio) contro il 29,5% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 3 febbraio)». È quanto riportato dal report dell'Istituto superiore di sanità ( Iss) con i dati principali del monitoraggio della Cabina di regina

La catena di trasmissione

Diminuisce il numero di nuovi casi di Covid-19 non associati a catene di trasmissione: sono 410.941 contro 553.860 della settimana precedente. La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è in leggero aumento (18% contro 17% la scorsa settimana). Ô in diminuzione invece la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (33% contro 38%), mentre aumenta la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (48% contro 45%). Lo rileva il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

Quattro Regioni a rischio

Quattro Regioni/Province autonome sono classificate a rischio alto, secondo il dm del 30 aprile 2020, a causa dell'impossibilità di valutazione per incompletezza dei dati inviati. È quanto emerge dal report dell'Istituto superiore di sanità ( Iss), con i dati del monitoraggio della cabina di regia sull'epidemia di Covid-19. Una Regione/Provincia autonoma è classificata a rischio moderato. Le restanti 16 Regioni/Province autonome sono classificate a rischio basso. Tra queste, due Regioni/Province autonome sono ad alta probabilità di progressione a rischio moderato secondo il dm del 30 aprile 2020. 11 Regioni/Province autonome riportano almeno una singola allerta di resilienza e una Regione/Provincia.

 

Ultimo aggiornamento: 10:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci