Bollettino Covid di oggi, 5 dicembre: 15.021 contagi e 43 morti. Rasi: «Crescono i casi gravi dei bambini nei reparti»

Domenica 5 Dicembre 2021
Bollettino Covid di oggi, 5 dicembre: 15.021 contagi e 43 morti. Rasi: «Crescono i casi gravi dei bambini nei reparti»

Bollettino Covid di oggi, domenica 5 dicembre 2021: 15.021 contagi e 43 morti registrati nelle ultime 24 ore. Ieri sono stati registrati 16.632 contagi (quasi tremila in Lombardia) e 75 morti. Nove i casi di Omicron in Italia. Venerdì sono stati 17.030 i positivi ai test Covid individuati in 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, mentre giovedì erano stati 16.806. Venerdì sono state 74 le vittime, mentre giovedì erano state 72.

Queste le Regioni dove si sono registrati più contagi: Lombardia (2.628), Veneto (2.219), Emilia Romagna (1.707) e Lazio (1.549).

Sono 232.000 gli attualmente positivi al Covid in Italia, secondo i dati del ministero della Salute, 8.282 in più nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 5.109.082, i morti 134.195. I dimessi e i guariti sono invece 4.742.887, con un incremento di 6.685 rispetto a ieri.

 

Tasso di positività al 2,9%

Sono 525.108 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 636.592. Il tasso di positività è al 2,9%, in aumento rispetto al 2,6% di ieri. Sono invece 736 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 4 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 45. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 5.597, ovvero 169 in più rispetto a ieri.

 

Rasi: «Crescono i casi gravi dei bambini nei reparti»

«Ci aspettiamo un avvio cauto, per la campagna vaccinale sui bambini da 5 a 11 anni», al via in Italia dal 16 dicembre prossimo, «perché chi doveva stare zitto non lo ha fatto, chi ha parlato senza avere ancora i dati o chi ha commentato i numeri senza avere bene l'esperienza di quali siano i numeri giusti per definire un rapporto beneficio-rischio, in questo caso». Così a Mezz'ora in più su Rai3 il consulente scientifico del commissario FigliuoloGuido Rasi sottolineando che si stanno vedendo crescere nei reparti «forme di Covid severo nei bambini». «Adesso la parola va ai pediatri», dice Rasi.

I numeri, spiega ancora Rasi, già direttore Ema, «sono noti: 4 milioni di bambini vaccinati in Usa, più di tutta la popolazione pediatrica di quanta ne dobbiamo vaccinare noi. Non hanno nessun segnale importante, anzi molti meno effetti collaterali rispetto alla popolazione tra 11 e 18 anni, e questo era atteso. In quell'età il bambino ha meno fattori che possano determinare una risposta avversa a una vaccinazione. Adesso la parola va ai pediatri. La società italiana di pediatria - prosegue Rasi - si è espressa in maniera assolutamente chiara e inequivocabile. Stanno vedendo crescere nei reparti forme di Covid severo nei bambini» con il rischio di un 'long Covid' sui più piccoli. «Quello è il pericolo più grosso perchè quello davvero non lo conosciamo. È il virus che è sperimentale, non il vaccino», conclude Rasi.

 

Super green pass da domani, nuove regole e divieti: dove serve e come scaricarlo

Smart working, nuove regole da gennaio: accordo individuale, disconnessione e niente straordinari. Cosa cambia

 

I dati delle Regioni

Lombardia

Con 121.463 tamponi eseguiti, è di 2.628 il numero di nuovi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, con una percentuale stabile al 2,1%. In aumento sono invece i ricoveri: 124 in terapia intensiva (tre più di ieri) e 955 negli altri reparti (+31). Sono invece otto i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 34.455. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 757 contagi, 376 a Varese, 377 a Brescia, 286 a Monza, 193 a Bergamo, 121 a Como, 90 a Mantova, 73 a Cremona, 67 a Lecco, 49 a Lodi e Sondrio.

 

Veneto

Il Veneto registra 2.219 nuovi contagi Covid nelle ultime 24 ore per un totale da inizio pandemia di 530.582 casi. Le nuove vittime sono 3, che portano a 12.003 il numero dei decessi dall'inizio della pandemia, nel febbraio 2020. Lo riferisce il bollettino della Regione. Crescono ancora i ricoveri negli ospedali. I posti letto occupati da malati Covid nei reparti medici è di 656 (+24), 123 (+1) nelle terapie intensive.

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Fvg su 5.117 tamponi molecolari sono stati rilevati 532 nuovi contagi con una percentuale di positività del 10,4%. Sono inoltre 11.782 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 63 casi (0,53%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 5 persone: una donna di 90 anni di Grado deceduta in una struttura per anziani; un uomo di 90 di Montereale Valcellina in ospedale; uno di 88 di Caneva in ospedale; uno di 82 di Muggia in ospedale e una donna di 78 anni di Trieste in ospedale. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 28, i pazienti in altri reparti 288. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. I decessi ammontano a 4.018, con la seguente suddivisione territoriale: 930 a Trieste, 2.048 a Udine, 719 a Pordenone e 321 a Gorizia. I totalmente guariti sono 122.540, i clinicamente guariti 247, mentre le persone in isolamento risultano essere 7.647.

Dall'inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive 134.768 persone con la seguente suddivisione territoriale: 32.051 a Trieste, 57.910 a Udine, 26.263 a Pordenone, 16.676 a Gorizia e 1.868 da fuori regione. Il totale dei casi positivi è stato ridotto di 3 unità a seguito di altrettanti test antigenici non confermati da tampone molecolare. Per quanto riguarda il sistema sanitario regionale, è stata rilevata la positività di un veterinario e due infermieri dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale; un infermiere e due tecnici dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina. Sono stati rilevati poi 9 casi tra gli ospiti delle residenze per anziani presenti in regione (Trieste, Grado, Pordenone, San Dorligo della Valle), inoltre sono risultati positivi 4 operatori all'interno delle strutture stesse (Pordenone, Grado e Cormons).

 

Trentino

Un altro decesso per Covid in Alto Adige (il totale, incluse le case di riposo, è di 1.249 vittime da inizio pandemia. I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.948 tamponi Pcr molecolari e registrato 210 nuovi casi positivi. Inoltre sono 168 test antigenici positivi (5.380 quelli eseguiti ieri). I pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 93, mentre altri 71 sono ricoverati nelle strutture private convenzionate e 5 sono in isolamento nelle strutture di Colle Isarco. In terapia intensiva ci sono 16 persone. In Trentino, invece, nessun decesso ma i nuovi contagi sono 197 (113 su 1.101 test molecolari e gli altri 84 con tampone antigienico su 8.227 test effettuati). Aumentano i ricoveri in ospedale: sono infatti 67 (di cui 8 in rianimazione) i pazienti Covid, in seguito a 4 dimissioni e ben 13 nuovi ingressi in ospedale. Più nel dettaglio, dai dati del bollettino odierno dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari, emerge che tra i nuovi positivi, la maggior parte risulta asintomatico (110 casi) e il resto pauci-sintomatico, eccetto un ricoverato in alta intensità e 9 in media intensità. Tra i nuovi casi, 17 riguardano la fascia 0-5 anni, ben 51 la fascia 40-59 anni e 43 tra i 19 e 39 anni. In tutte le fasce d'età c'è almeno un positivo. Per quanto riguarda le vaccinazioni, stamattina sono arrivate a quota 880.024, delle quali 379.816 seconde dosi e 78.723 terze dosi.

 

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 463.446 casi di positività, 1.707 in più rispetto a ieri, su un totale di 29.952 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,7%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Il conteggio progressivo delle somministrazioni di vaccino effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all'argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 7.558.742 dosi; sul totale sono 3.564.688 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 644.132. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 816 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 450 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 475 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 40,7 anni.

Sui 816 asintomatici, 405 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 11 con lo screening sierologico, 103 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 tramite i test pre-ricovero. Per 292 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 398 nuovi casi, seguita da Modena (201), Rimini (181), Ravenna (179), Reggio Emilia (151), Cesena (129), Forlì (123), Ferrara (115), Parma (112), Circondario Imolese (61) e infine Piacenza 48 casi. Questi i dati, accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali, relativi all'andamento dell'epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 17.514 tamponi molecolari, per un totale di 6.716.528. A questi si aggiungono anche 12.438 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 600 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 424.281. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 25.333 (+ 1.097). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 24.526 (+1.070), il 96,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 10 decessi: 2 in provincia di Piacenza (una donna di 40 anni e un uomo di Carpineto Piacentino); 2 in provincia di Bologna (2 uomini, rispettivamente di 74 e 94 anni di Sasso Marconi); 2 in provincia di Ravenna (2 uomini, uno di 92 anni e un uomo di 70 proveniente da fuori regione); 3 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 90 anni di Savignano sul Rubicone, un uomo di 36 anni di Cesenatico e una donna di 80 anni di Cesena) e uno in provincia di Rimini (un uomo di 88 anni di Bellaria-Igea Marina). In totale, dall'inizio dell'epidemia, i decessi in Emilia-Romagna sono stati 13.832. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 79 (+2 rispetto a ieri), 728 quelli negli altri reparti Covid (+25). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (-1); 3 a Parma (numero invariato rispetto a ieri); 3 a Reggio Emilia (-1); 8 a Modena (+1); 21 a Bologna (-1); 5 a Imola (invariato); 9 a Ferrara (invariato); 17 a Ravenna (+3); 4 a Forlì (+1); 1 a Cesena (invariato); 5 a Rimini (invariato). Questi i casi di positività sul territorio dall'inizio dell'epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 27.817 a Piacenza (+48 rispetto a ieri, di cui 21 sintomatici), 34.442 a Parma (+112, di cui 45 sintomatici), 53.858 a Reggio Emilia (+151, di cui 99 sintomatici), 76.575 a Modena (+210, di cui 59 sintomatici), 96.960 a Bologna (+398, di cui 236 sintomatici), 15.244 casi a Imola (+61, di cui 44 sintomatici), 28.253 a Ferrara (+115, di cui 34 sintomatici), 38.520 a Ravenna (+179, di cui 118 sintomatici), 21.739 a Forlì (+123, di cui 96 sintomatici), 24.310 a Cesena (+129, di cui 42 sintomatici) e 45.728 a Rimini (+181, di cui 97 sintomatici). Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, è stato eliminato un caso, positivo a test antigenico ma non confermato dal tampone molecolare.

 

Lazio

«Oggi nel Lazio su 14.071 tamponi molecolari e 24.673 tamponi antigenici per un totale di 38.744 tamponi, si registrano 1.549 nuovi casi positivi (-283), sono 2 i decessi (-5), 716 i ricoverati (+4), 95 le terapie intensive (+4) e +555 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,9%. I casi a Roma città sono a quota 702. Ieri effettuate oltre 45mila somministrazioni ovvero +13 mila rispetto al target e con un incremento del 55% rispetto alla settimana precedente». Lo comunica in una nota l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. «Rispetto al 5 dicembre dello scorso anno si registrano 234 casi in meno, 2.359 ricoveri in meno in area medica, 254 in meno in terapia intensiva, 66.792 isolati a domicilio in meno e 30 decessi in meno - aggiunge - Numeri che dimostrano l'importanza della vaccinazione». Le vaccinazioni pediatriche potranno essere prenotate dal 13 dicembre.

 

 

Marche

Resta invariato il numero dei ricoveri legati al covid nelle Marche, 126: ma, secondo i dati dell'Osservatorio Epidemiologico Regionale, quelli in terapia intensiva aumentano a 29 (+3), mentre quelli in semi intensiva scendono a 29 (-3) e quelli in reparti non intensivi restano invariati a 68. Secondo fonti della Regione, l'occupazione dei posti letto in intensiva sale a 11,6%, quella dell'area medica è 10%. L'Osservatorio Epidemiologico Regionale registra altri due decessi, quelli di una 75enne di Ripatransone, e di una 84enne di Civitanova Marche, che fanno salire il totale a 3.160 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Sono 4 i dimessi dagli ospedali e 17 le persone in osservazione nei pronto soccorso (non comprese tra i ricoverati), 96 gli ospiti di strutture territoriali. I positivi alla data di oggi salgono a 5.412 (+125 su ieri), le persone in quarantena 11.068 (+260), i dimessi/guariti 117.595.

 

Abruzzo

Oggi in Abruzzo 196 nuovi positivi (di età compresa tra 1 e 95 anni), eseguiti 4800 tamponi molecolari e 12565 test antigenici, 1 deceduto (un 53enne della provincia di Teramo), 81460 guariti (+3), 5080 attualmente positivi (+192), 115 ricoverati in area medica (+13), 7 in terapia intensiva (-3), 4958 in isolamento domiciliare (+182). I nuovi positivi, al lordo dei riallineamenti, sono residenti in provincia dell'Aquila (45), Chieti (85), Pescara (24), Teramo (43). È quanto riferisce la Regione Abruzzo sulla sua pagina Facebook.

 

Calabria

Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 228 i nuovi contagi registrati (su 3.808 tamponi effettuati), +120 guariti e 2 morti (per un totale di 1.507 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +106 attualmente positivi, +102 in isolamento, +5 ricoverati e, infine, -1 terapie intensive (per un totale di 19).

 

Sardegna

In Sardegna si registrano 133 ulteriori casi confermati di positività al Covid, in calo rispetto al precedente rilevamento, sulla base di 1.800 persone testate. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8.350 tamponi. Il tasso di positività è dell'1,5 per cento. Invariato il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, in tutto 13, aumentano di 5 invece quelli in area medica, per un totale di 77 posti letto occupati da positivi. Infine, sono 2.998 (+81) le persone ancora in isolamento domiciliare.

 

 

 

 

Video

 

 

Ultimo aggiornamento: 21:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA