Sterling segna e dedica il gol all'amica Steffie Gregg che muore di Covid a 26 anni

Venerdì 3 Settembre 2021
Sterling, gol e dedica alla 26enne Steffie Gregg morta per Covid a 26 anni: i tifosi gli lanciano bicchieri di birra

Quello di ieri sarà sicuramente uno dei gol più speciali della sua carriera. Perché Raheem Sterling di reti ne ha segnate tante, ma ieri aveva pronta una dedica speciale. Così quando ha siglato l'1-0 nella partita tra Ungheria e Inghilterra alla Puskas Arena di Budapest, si è sollevato la maglietta mostrando il messaggio che mostrava quella che indossava sotto: «Ti amo per sempre Steffie Gregg». Steffie è una sua cara amica e nipote del produttore e cantante giamaicano Rvssian Gregg che è morta il 31 agosto a soli 26 anni a causa di alcune complicazioni causate dal Covid. I due erano grandi amici e lei era spesso stata ospite anche all'Ethiad Stadium (lo stadio del Manchester City, la squadra di Sterling). 

Italia-Inghilterra, Wembley fischia l'inno di Mameli: a vuoto l'appello di Southgate della vigilia

I tifosi lanciano la birra dagli spalti

A far discutere è stato l'atteggiamento dei tifosi di casa, che durante tutta la parrtita hanno preso di mira i calciatori ospiti. Un clima ostile che però è trasceso in più di qualche occasione. Come in quella del gol, nel quale i tifosi hanno lanciato bicchieri di plastica pieni di birra proprio durante la dedica toccante di Sterling. Secondo alcuni media, Steffie soffriva di una malattia autoimmune (il Lupus) peggiorata dopo aver contratto il virus. Lo stesso calciatore ha condiviso le commoventi immagini attraverso il suo profilo Twitter, scrivendo: «Questo era per te SVG» seguito da un cuore rosso e le emoticon della preghiera.

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 4 Settembre, 10:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA